Punto nascita Assisi, diventa un caso nazionale

manifesto-punto-nascitaASSISI – L’appello agli italiani e a Papa Francesco, del Sindaco Claudio Ricci, per “salvare il punto nascita di Assisi” (che la Regione Umbria vorrebbe chiudere, con determinazione in atto) sta facendo, in queste ore, il giro delle testate giornalistiche multimediali (foto). Sarebbe un “peccato mortale” – cita l’appello del Sindaco – non poter avere più bambini nati ad Assisi di nome Francesco e bambine nate ad Assisi di nome Chiara.

Nel “vortice della comunicazione” emerge anche un Tuitter (da Fabrizio Damiani) afferibile al Ministro Beatrice Lorenzin “sindaco assisi stia tranquillo in Umbria non chiuderà alcun punto nascita”: tale notizia, se confermata, sarebbe un “capovolgimento” della decisione.

A questo punto – cita Claudio Ricci – emergono danni d’immagine per Assisi e il suo ospedale (causati dai continui tentativi di chiusura). Ci sembra necessario, e doveroso, un intervento di chiarimento del Presidente del Consiglio dei Ministri Matteo Renzi.

E’ il momento di “agire” e per questo il Sindaco Claudio Ricci, invitando tutti, si recherà domani, dalle 15.30 alle 17.30, all’ospedale per dimostrare “simbolicamente” la necessità di difendere tale valore, anche culturale, per Assisi e l’Umbria.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*