Pubblicata intervista di Amanda Knox

<p>(UJ.com) PERUGIA di <b>Marcello Migliosi</b> - Giancarlo Mazzuca, ex direttore del gruppo editoriale Quotidiano Nazionale di Andrea Riffeser Monti, ora parlamentare della Popolo della libertà, va in carcere, utilizzando i suoi poteri di deputato e incontra Amanda Knox. Della “chiacchierata” – che evidentemente si configura come una vera e propria intervista <b>mascherata</b> – oggi il quotidiano “La Nazione” dà ampio risalto annunciando che domani sarebbe uscita quella con Rudy Herman Guede. Immediata la reazione dei legali dell’ivoriano.</p><p>Valter Biscotti, Nicodemo Gentile e Vittorio Lombardo hanno incontrato i giornalisti in via del Corso a Perugia. Alla stampa hanno consegnato copia della lettera di diffida alla pubblicazione del dialogo avuto con il loro assistito e che è stata inviata al presidente della <b>Camera</b> dei Deputati, Gianfranco Fini, alla procura della Repubblica di Perugia e ai garanti della privacy e dell’editoria. I legali stigmatizzano il comportamento dell’onorevole Mazzuca, che ha utilizzato i poteri conferitigli dall’articolo 67 della legge 354 del 1975 utilizzando le dichiarazioni raccolte, da Amanda Knox, come una vera e propria intervista mascherata.</p><p>“Non vogliamo e diffidiamo – dicono i legali – il gruppo Riffeser Monti a pubblicare, come annunciato, anche quella con il nostro assistito Rudy Guede”. Gli avvocati hanno anche aggiunto che se questo dovesse accadere, se, cioè, il servizio di <b>Mazzuca</b> dovesse essere pubblicato, adiranno a vie legali nei confronti de La Nazione, Il Giorno e Il Resto del Carlino, tutti giornali del gruppo “Quotidiani Nazionali”. Il pubblico ministero, Giuliano Mignini, titolare dell’inchiesta sulla morte della studentessa inglese, Meredith Kercher, pare abbia detto che quanto fatto dall’onorevole Mazzuca sia al di fuori di ogni logica deontologica, sia giornalistica sia parlamentare.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*