Provincia partecipa a progetto "Orazio Antinori"

La Provincia di Perugia partecipa anche con un sostengo di natura economica al progetto in memoria di Orazio Antinori, una delle figure più significative e affascinanti tra gli esploratori-<b>naturalista</b> di fine Ottocento in terra d'Africa, e uno dei principali fondatori della Società Geografica Italiana. Accogliendo la proposta pervenuta dal Centro di Ateneo per i Musei Scientifici (C.A.M.S.) dell'Università degli Studi di Perugia ed elaborata in collaborazione con la Società Geografica Italiana Onlus, la Giunta provinciale perugina ha quindi deciso di prendere parte attivamente alla serie di manifestazioni finalizzate a promuovere una sempre più diffusa conoscenza dell'eredità culturale di Antinori, nato a Perugia nel 1811 e morto a Lèt Marefià nel 1882.<br /><br />Nello specifico il progetto a cui aderisce la Provincia, attraverso l’Assessorato alla cultura guidato da Pier Luigi Neri, si basa su una collaborazione italo-etiopica ed è teso alla fondazione di un Centro Studi e Ricerche sulla Biodiversità degli Ambienti <b>Montani</b> d'Etiopia nel Territorio di Ankober (Amhara R. F. S.) da dedicare al ricordo dell'Antinori. Tale iniziativa progettuale, oltre a riguardare la creazione di strutture da adibire ad attività di studio e ricerca in campo naturalistico-ambientale (foresteria per offrire adeguata ospitalità a studiosi etiopici ed italiani, laboratorio e biblioteca) vuole assicurare un sostegno diretto alle comunità rurali locali con un adeguato finanziamento da investire nella ristrutturazione della Primary School del villaggio di Déns, situato in un pianoro a 2.700 metri di altitudine lungo il bordo orientale dell'Altopiano centrale dello Shewa. Gli interventi presso questa struttura scolastica, che saranno completati entro la fine di settembre, prevedono la costruzione di nuove aule e la fornitura di arredi scolastici e nel tempo, la ristrutturazione di un locale da adibire a biblioteca e centro per l'educazione ambientale al servizio dell'intera comunità locale.<br /><br />Inoltre, sempre nell'ambito delle attività a sostegno delle comunità dell'area, soprattutto di quelle fasce giovanili attualmente escluse da particolari attività economiche, il progetto prevede l'organizzazione di adeguati corsi di formazione per operatori ambientali nell'ottica di favorire lo sviluppo di attività agro-pastorali ecosostenibili in associazione a forme di ecoturismo. Per quanto concerne, nello specifico, il <b>Centro</b> Studi da dedicare al ricordo di Antinori, il progetto prevede la costruzione in Ankober di una foresteria con 8 posti letto, di un piccolo laboratorio da campo e di una biblioteca naturalistica da adibire a luogo di sosta e di studio per tutti quei ricercatori di università etiopiche ed italiane interessati a effettuare specifiche attività di ricerca tese ad una migliore conoscenza del patrimonio ambientale e culturale dell'intera regione montana di Ankober.<br /><br />Si tratterà di edificare una realtà non così dissimile dalla famosa &quot;Stazione Geografica ed Ospitaliera di Lét Marefià&quot;, fondata dall'Antinori nel 1877, ma con un indirizzo principalmente rivolto al coinvolgimento delle comunità locali nell'ottica di promuovere <b>forme</b> di sviluppo ecosostenibile, basate sul rispetto dei delicati equilibri ecologici dell'area, e di valorizzazione del patrimonio naturale e culturale dell'intera regione. La figura di Orazio Antinori rappresenta un punto di riferimento di particolare importanza per la storia e l'identità culturale della Società Geografica Italiana oltre che costituire una delle massime personalità del panorama scientifico romano ed italiano della seconda metà dell'Ottocento.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*