PINO QUARTULLO INAUGURA LA STAGIONE DI PROSA DEL TEATRO DON BOSCO DI GUALDO TADINO

<p>(UJ.com) GUALDO TADINO - Pino Quartullo, nella doppia veste di regista e interprete, inaugura mercoledì 18 novembre alle 21, la Stagione di prosa del Teatro Don Bosco di Gualdo Tadino con L’ultima chiamata, una commedia francese di grande successo dell’autrice Josiane Balasko. Accanto all’esilarante protagonista nel cast potremo apprezzare una strepitosa PaolaTiziana Cruciani insieme a Gianni Fusini, Roberto Fazioli e Lavinia Savignoni. Alex Martini è una pop star all’apice del successo.</p>
<p>Affabile e romantico sul palco, nella realtà è un uomo arrogante e nevrotico, convinto che a lui tutto sia permesso. Una sera, rientrando nel suo hotel dopo un concerto, trova nella sua camera Jenny, una curiosa signora letteralmente apparsa dal nulla, che si accinge a dimostrargli l’esatto contrario. Grazie a questo incontro, Alex imparerà che, in certe situazioni, essere famosi, ricchi e potenti serve davvero a ben poco.</p>
<p>La movimentata e caotica notte che ne segue, infatti, cambierà radicalmente la sua vita. Nel giorno del suo compleanno si troverà solo in una camera d’albergo per affrontare inaspettatamente la prova più dura della sua vita, fra canzoni, fans agguerrite, fantasmi, amici del passato e una madre che non ha mai conosciuto… “Di questa commedia mi ha colpito soprattutto la capacità di divertire con intelligenza – dice Quartullo - uno spettacolo in cui si lotta e si ride per migliorare se stessi.</p>
<p>E mi ha stupito constatare come molti elementi del protagonista mi appartengano…. sempre di corsa, esaurito dalla tournèe, simpaticamente megalomane molto preoccupato del lavoro e poco attento a se stesso e agli altri.” Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere telefonicamente, fino al giorno precedente lo spettacolo, presso il Botteghino Telefonico Regionale del Teatro Stabile dell’Umbria, tutti i giorni feriali, dal lunedì al sabato, dalle 16 alle 19, al n°075/57542222.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*