Piegaro, “Fatal error”: quando la guerra è un gioco

Le colline intorno a Piegaro nel prossimo fine settimana saranno il teatro di “Errore fatale 2015”. Sabato 14 e domenica 15 marzo giungeranno atleti da tutta Italia per l’evento nazionale di “Soft air – gioco di simulazione” “Fatal error”. Si tratta, come detto, di un gioco di simulazione tattica e orientamento, nel quale due squadre di atleti, coadiuvati da attori che simuleranno i servizi segreti russi e le forze speciali americane, saranno impegnati nel risolvere il mistero intorno all’aereo della Malaysia Airlines, precipitato in Ucraina lo scorso anno.

Si ricorderà che il Boeing 777 della Malaysia Airlines venne abbattuto a luglio nell’est dell’Ucraina a 50 chilometri dal confine con la Russia. Il volo MH17 era partito da Amsterdam, diretto a Kuala Lumpur in Malesia, con 298 persone (283 passeggeri, 15 membri dell’equipaggio), di cui nessuna è sopravvissuta.

L’aereo precipitò non lontano da Donetsk, teatro di combattimenti tra separatisti filorussi e l’esercito ucraino. Perché venne abbattuto un aereo di linea che viaggiava da Amsterdam verso Sidney ad oltre diecimila metri di altezza, da chi, chi o che cosa c’era all’interno di tanto importante da dover sacrificare almeno trecento vite pur di fermare quel volo? Questo e altri interrogativi ispireranno il gioco di simulazione del prosssimo week end a Piegaro, dove, per rendere più verosimile il gioco, sono state allestite scenografie da film bellico e comparse.

L’evento è organizzato dall’Associazione “25:17 bastardi senza gloria”. Come da tradizione il gioco si concluderà con il pranzo domenicale a base di prodotti tipici umbri.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*