Perugia, guerra di sangue tra bande

(UJ.com) PERUGIA – Non si esclude che l’accoltellamento di ieri pomeriggio, avvenuto nel parco della Verbanella di via 20 settembre a Perugia, sia il segnale di una guerra in atto tra bande rivali. Propriamente potrebbe trattarsi della vendetta nigeriana all’accoltellamento che è costato la vita ad un africano di 24 anni. E intanto colui che è stato accoltellato ieri versa ancora in gravi condizioni presso l’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia. Su nuovo, ennesimo fatto di sangue, stanno indagando i Carabinieri. L' accoltellamento sarebbe avvenuto durante una rissa alla quale avrebbero partecipato quattro o cinque persone tra le quali, sembra, anche dei nigeriani. Gli investigatori quindi non escludono un collegamento tra il ferimento di ieri e l' uccisione, sempre a coltellate, di un nigeriano di 24 anni avvenuta nella notte tra domenica e lunedì in Piazza del Bacio. Per questo omicidio è stato arrestato dalla polizia un tunisino, reo confesso, il quale ha detto di avere litigato con il nigeriano poiché questi precedentemente aveva insultato sua madre e lo aveva preso a bottigliate. Il nigeriano ucciso aveva però in tasca alcuni grammi di stupefacenti per cui gli investigatori non escludono che il delitto sia avvenuto nell' ambito degli spacciatori, così come l' accoltellamento di ieri. C' è insomma il sospetto che possa essere in atto una sorta di "regolamento" di conti tra bande rivali (nigeriani e nordafricani) per il controllo di alcune "zone" dello spaccio.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*