PERUGIA CALCIO - BATTISTINI SULLA PARTITA CONTRO IL PIANCASTAGNAIO

<p><img style="border: 0; float: right;" src="http://www.umbriajournal.com/MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=8D4D01C3-2216-4BDD-AB75-3C205F564D2A" border="0" />(UJ.com) PERUGIA - Dice di avere un paio di dubbi PIERFRANCESCO BATTISTINI in merito alla partita di domani a PIANCASTAGNAIO. Esattamente un paio, come i moduli utilizzabili e come gli interpreti eventualmente da cambiare per far funzionare i moduli stessi. Vero che ad <b>Arezzo </b>ha deciso la DOMENICA MATTINA come e con chi schierare la squadra, ma visto come è stato molto attento a fare il “vago” stamattina, secondo noi ha già deciso.Due le correnti di pensiero (dei giornalisti, non le sue). <br /><br />Da una parte la formazione e l’assetto pari pari schierato contro la PONTEVECCHIO , col collaudato anche se un po’ asfittico 4-3-1-2 con FIORDIANI trequartista e FREDIANI vicino a BARTOLINI. In alternativa quello che gli ha frullato in testa tutta la settimana, forse un po’ meno granitico ma molto più offensivo ed in teoria ( udite udite) più spettacolare, come piacerebbe ai palati fini dei critici che lo <b>giudicano </b>troppo pragmatico. L’ albero di Natale, il 4-3-2-1 un po’ più arrischiato negli equilibri ma portato ad offendere da subito senza frapporre indugi. In questo caso opererebbero dietro BARTOLINI, MARRI a destra e MARIANI a sinistra. Di fatto utilizzato nell’ultima parte di domenica scorsa con LUCHINI e MARIANI stesso, modulo che portò il raddoppio contro la Pontevecchio , prima che BARTOLINI uscisse per far posto allo stesso MARRI. Non sono in discussione gli altri interpreti, buoni in entrambi i casi. <br /><br />RIPA in porta, ZANCHI, CACIOLI, GORETTI e PUPESCHI dietro da destra a sinistra. BORGESE centromediano, MOCARELLI e BENEDETTI mezz’ali. “Dipende anche dalla PIANESE – dice BATTISTINI- se useranno un modulo che li porta ad attaccare esclusivamente sugli esterni come sabato a CASTELRIGONE, oppure come hanno fatto spesso, utilizzare un mediano dai piedi buoni per cercare anche il gioco corto per vie centrali. Non voglio dargli vantaggi – continua il tecnico- noi la PIANESE la <b>rispettiamo </b>e la temiamo, ed avendo una squadra che ha dimostrato il valore della duttilità, non intendiamo privarci di questo vantaggio. Anche se qualcuno continua a storcere il naso su questo, secondo me – conclude BATTISTINI -  adattare la propria squadra all’avversario, in questa come in tutte le categorie, non è sintomo di debolezza ma di forza”. Al termine l’unghiata finale: “Secondo qualcuno sarei un FIFONE? Se i risultati continueranno ad essere questi, ho l’impressione che con le mie paure dovrete conviverci fino a maggio”. Presente ARCIPRETI si è parlato anche di mercato. “Dipende dalla coppa – dice il DS – se andremo avanti manterremo più o meno l’ampia rosa attuale, diversamente dovremo fare delle scelte in uscita”. Ed in entrata? “ La SOCIETA ’ è disposta anche a fare un sacrificio GROSSO, ma solo se individuerà un’arma capace sul serio di chiudere i giochi”. Non convocati: RAMPI, CORALLO, RADI, TREZZI. ROCCHI a far gol con la Juniores.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*