Ospedale, ci sono aspetti positivi ma il punto nascita deve rimanere

ASSISI – Il Sindaco di Claudio Ricci ha ricevuto, acquisendolo agli atti della Giunta, il progetto di valorizzazione dell’ospedale di Assisi, proposto da Regione Umbria e ASL 1, rilevando in esso (da una analisi preliminare) aspetti di buona positività ma, anche, la criticità “inaccettabile” dell’ipotesi di chiusura del punto nascita (se venisse approvata determinerebbe la “incrinatura profonda” dei rapporti istituzionali con la Regione e azioni incisive con il ricorso al TAR).

Per gli aspetti positivi si regista un buon investimento previsto di circa 1.8 Milioni € per infrastrutture e riqualificazioni edilizio impiantistiche. Sul piano del progetto sanitario emerge l’attivazione del centro regionale di chirurgia pediatrica, il potenziamento del pronto soccorso (con migliore funzionamento anche per degenza giornaliera), l’aumento del numero di posti letto, il miglioramento di diversi servizi fra cui il centro donna. Nel progetto anche la nuova sede del distretto sanitario e l’ipotesi di raccordo con l’istituto serafico (per ciechi e sordomuti) al fine della creazione di un polo di rilevo nazionale e internazionale.

Il presidente della III^ commissione consiliare Claudia Travicelli, unitamente al presidente del Consiglio Comunale Patrizia Buini, convocheranno la prossima settimana i capi gruppi per una valutazione del progetto al fine di riferire, per le determinazioni, al Consiglio Comunale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*