Mountain bike, Orvieto Wine Marathon, tripletta della Cicli Taddei

È partita con il piede giusto l’edizione 2015 della Pissei Umbria Marathon di mountain bike: la prova inaugurale della Orvieto Wine Marathon ha riscosso consensi unanimi per il numero considerevole di adesioni (circa 500) e per l’efficienza della società organizzatrice del Team Eurobici Orvieto che ha allestito i percorsi di 45 e 22 chilometri sugli sterrati attorno il parco del fiume Paglia.

La corsa più attesa, quella riservata ai master e agli agonisti, è stata tutta nel segno dei portacolori della Cicli Taddei con gli ex professionisti su strada Francesco Casagrande e Francesco Failli, più il compagno di squadra Nicola Testi, che hanno imposto agli avversari ritmi insostenibili sin dalle battute iniziali. Prima gara e prima vittoria 2015 per Casagrande (primo di categoria M4); si è difeso bene in seconda posizione Failli (primo tra gli élite, alla prima stagione in mountain bike) mentre ha mantenuto salda la terza piazza Testi nonostante un problema meccanico negli ultimi dieci chilometri.

Per le donne, il podio più alto se l’è aggiudicato la biker ucraina Kristina Konvisarova (Team Cingolani, prima di fascia tra le élite), all’esordio in Italia con il Team Cingolani, che è riuscita a lasciarsi dietro Daniela Stefanelli (Team Cingolani, prima tra le master donna 1), Francesca Bianconi (Asd Biker in Libertà, seconda tra le master donna 1) e Beatrice Mistretta (Asd Cicli Taddei, prima tra le master donna 2).

In evidenza anche Leonardo Caracciolo (Centro Bici Team Terni) leader di categoria tra gli élite sport, Alessandro Peruzzi (Grams Bike) tra i master 1, Mirko Veroni (Team Cingolani) tra gli under 23, Franco Casella (Celeste Kento Avvenia) tra gli juniores, Emiliano Dominici (Ciclotech Mtb Runners), Luca Chiodi (Centro Italia Bike Montanini) tra i master 3, Franco Paternoster (Cicli Taddei) tra i master 5 e Angelo Fiorelli (Cicli Clementi) tra i master 6 over.

Sul corto di 22 chilometri ad imporsi è stato Samuele Bidini (Cicli Taddei) tra gli allievi che ha lasciato a 15 minuti Francesco Bellucci (Cucco in Bike) e Micheal Menicacci (Drake Team Nw Sport). Gara esordienti ad appannaggio di Daniele Sabatini (Mtb Grotte di Castro), piazza d’onore per il compagno di squadra Davide Guarcini, terzo gradino del podio per Lorenzo Conti (Asd Ternana Ciclismo). Molto vivace anche la gara giovanile al femminile nel segno della esordiente Letizia Brufani (GS Lu Ciclone) che ha avuto la meglio su Alice Simonetti (Cucco in Bike) e Marina Laezza (Team Eurobici Orvieto).

La Mini Umbria Marathon ha dato spazio alle nuove leve giovanili sullo sterrato, le speranze per il domani in sella a una mountain bike: a trionfare ad Orvieto sono stati Alessandro Donati (Ruota Libera Terni) per la G1, Giacomo Serangeli (Ruota Libera Terni) per la G2, Tommaso Francescangeli e Giulia Cozzari (UC Petrignano) per la G3, Elia Baccello (Ruota Libera Terni) e Alessia Bertolino (Cucco in Bike) per la G4, Thomas Menicacci (Asd Soriano Ciclismo) per la G5, Riccardo Ricci e Asia Ranucci (Team Eurobici Orvieto) per la G6.

Alla presenza di Carlo Roscini (presidente della Federciclismo Umbria), Giorgio Masini (presidente della Federciclismo provinciale Terni) e Roberta Cotigni (consigliere con delega allo sport del comune di Orvieto), l’Orvieto Wine Marathon ha offerto come sempre uno spettacolo sportivo degno del bellissimo paesaggio orvietano che ha fatto da cornice a questa manifestazione da sempre meta preferita per i bikers del Centro Italia nell’apertura stagionale della mountain bike.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*