Mostra-Mercato: Tutto pronto per la prima edizione di Spiriti-Liquori&wine

<p>(UJ.com) PERUGIA - Prodotti di nicchia che permetteranno ai visitatori di immergersi in atmosfere di produzioni familiari dai sapori unici e quasi sconosciuti. "Spiriti-Liquori&amp;wine" è la  kermesse del bere di qualità (e bere il giusto) unica in Italia. Il capoluogo umbro ospiterà il prossimo 19-20 marzo alla sala "nobiliare" Cerp della Rocca Paolina la prima edizione nazionale di "Spiriti-Liquori&amp;wine", con il Patrocinio della Provincia di Perugia - a cura dell'assessore al turismo Roberto Bertini - e dell'Associazione <b>degustatori</b> italiani grappe e distillati. </p>
<p></p>
<p>Appositi stand coinvolgeranno gli appassionati nel mondo dei grandi whisky scozzesi. Assaggiatori professionisti spiegheranno caratteristiche, modi di bevuta e persino abbinamenti. Un mare di informazione ed etichette che fanno di <b>Spirti-Liquori&amp;wine</b> un appuntamento unico, anche se alla prima edizione nazionale.</p>
<p></p>
<p>L'obiettivo del Festival è quindi la diffusione in Italia della cultura del whisky di malto scozzese, e, a tal fine, gli organizzatori mirano a una conoscenza sempre più approfondita delle numerose distillerie delle Highlands, dei loro segreti e delle persone che vi lavorano con passione, permettendo a tutti di assaporare con un semplice gesto, 500 anni di storia. Spazio anche alle maggiori etichette umbre e nazionali di vini. La manifestazione Spiriti-Liquori &amp; Wine si articolerà in due fasi: Stand espositivi con ingresso libero e degustazione previo acquisto di calice all'ingresso e <b>appuntamenti </b>presso i locali bar, ristoranti, enoteche, pasticcerie e cioccolaterie del centro storico. Spiriti-Liquori &amp; wine è organizzato da Bonazzi e Cantine, enoteca e negozio di distillati sita nella città di Perugia in Via Cortonese - 85, gestita dai proprietari Stefano e Teresa, amanti e cultori del buon bere nonchè soci di numerose associazioni eno-gastronomiche. L'attività fa parte del circuito della strada dei vini del cantico.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*