MEREDITH: PM, ACCUSA SOLIDA COME CASA IN MATTONI TRE PORCELLINI

<p>(UJ.com) PERUGIA (agi) - Il pm Manuela Comodi replica con la favola dei tre porcellini alla citazione della canzone di Sergio Endrigo fatta dall'avvocato Giulia Bongiorno durante la sua arringa. Concludendo le sue repliche davanti alla Corte d'assise di Perugia che sta processando Amanda Knox e Raffaele Sollecito per l'omicidio di Meredith Kercher, il pm Comodi ha paragonato la casa di paglia e quella di legno, abbattute con un soffio dal lupo, alle difese di Amanda Knox e Raffaele Sollecito e quella in mattoni "che resiste a tutti gli attacchi" all'accusa. "Una casa fatta di mattoni messi uno sopra all'altro - ha proseguito il magistrato - che danno un assetto stabile e immodificabile.</p>
<p>Altro che 'una casa tanto carina senza soffitto e senza cucina' come diceva Sergio Endrigo".Raffaele Sollecito la mattina del 2 novembre 2007 chiamo' il 112 per denunciare il furto cinque minuti dopo l'arrivo della polizia postale nella casa del delitto. E' quanto ha sostenuto il pubblico ministero Manuela Comodi nel corso delle sue repliche davanti alla Corte d'assise di Perugia che sta processando lo studente di Giovinazzo e Amanda Knox per l'omicidio di Meredith Kercher. Il pm ha ricostruito gli orari della chiamata in base alle telecamere del parcheggio difronte al casolare di via della Pergola che riprendono l'arrivo della postale. ''Sollecito chiama i carabinieri per allontanare da se i sospetti - ha proseguito il magistrato -. Non serve una mente criminale per fare cio'. E' come un bambino che rompe un soprammobile di pregio e va dalla madre per giocare d'anticipo: 'mamma e' caduto il soprammobile ma non sono stato io'''.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*