MèA. Il nostro mondo è adesso la mostra a Gualdo Tadino presso il museo civico

<p>HTML clipboard
<p>(UJ.com) GUALDO TADINO - Il Museo Civico Rocca Flea, ha aderito al progetto MèA, “Il nostro mondo è adesso”, mostra collettiva di arte contemporanea caratterizzata dalla presenza di dodici artisti umbri in altrettante sedi espositive, a <b>cura</b> di Maurizio Coccia, Matilde Martinetti e Mara Predicatori. “Un progetto ambizioso, promosso dalla Regione Umbria”, sottolinea l’Assessore alla Cultura Sandra Monacelli, “a cui abbiamo aderito molto volentieri, nella consapevolezza e volontà di valorizzare la nostra rete museale ed in particolare la fortezza federiciana”.</p>
<p>La mostra nasce con lo scopo di dare visibilità alle innumerevoli risorse del territorio rimarcando l’inestimabile importanza della cooperazione regionale. “Il Progetto” continua la Vice Sindaco Monacelli “sposa il linguaggio della contemporaneità, per restituire uno sguardo aggiornato sul presente, in grado di <b>innescare</b> il dialogo con luoghi estremamente connotati e ricchi di fascino”. In particolare nella sala degli “affreschi” sarà esposta fino al 31 dicembre l’istallazione dell’artista perugino Alessio Biagiotti, dal titolo “Sinopia (fino a prova contraria)”. La sinopia è la fase dell'affresco consistente nel disegnare con della terra rossa un abbozzo preparatorio per lo stesso, eseguito subito dopo l'arriccio.</p>
<p>Partendo da questo concetto preparatorio dell’opera, l’artista realizza un’istallazione che supera la bidimensionalità, per prolungarsi nello spazio ed assumere una <b>posa</b> plastica. L’arte di Alessio Biagiotti è giovane e nuova, ma il suo percorso e la sua credibilità sono già quelle dell'artista affermato che è passato attraverso le diverse stagioni creative. Lui ama definire “Profili” le trasposizioni e le trasformazioni, spesso legate al contesto nel quale opera.</p>
<p>Tutti gli artisti che hanno partecipato alla collettiva, tra cui Mario Consiglio, Simone Frillici, Giorgio Lupattelli, sono tutti accomunati da una particolare “derivazione” dalla <b>cultura</b> umbra, pur travalicandone i limiti regionali. Dodici mostre personali, che si relazionano con lo spazio secondo approcci linguistici e tematici diversi, determinati da una sensibilità estremamente variegata, e tuttavia accomunata dalla capacità di restituire una sintesi, perfettamente equilibrata, tra il valore inestimabile della Tradizione e la scommessa audace sull’Innovazione. Sarà possibile visitare il Museo Civico Rocca Flea e l’opera di Alessio Biagiotti dal martedì alla domenica, dalle 10.30 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00. Per ulteriori informazioni contattare lo 075-916078, oppure scrivere ad info@roccaflea.com</p>
</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*