Marsciano, si inaugura sabato 21 settembre l’ampliamento della scuola d’infanzia G. Rodari

La scuola comunale d'Infanzia G. Rodari a Marsciano
La scuola comunale d’Infanzia G. Rodari a Marsciano

(umbriajournal.com) MARSCIANO – Il taglio del nastro dei lavori di ampliamento della scuola comunale d’Infanzia G. Rodari in via Orvietana a Marsciano è per sabato 21 settembre 2013, a partire dalle ore 18.00, alla presenza del Sindaco Alfio Todini, dell’Assessore alle Politiche scolastiche Luigi Anniboletti e della dirigente scolastica del I° Circolo di Marsciano, Stefania Finauro.   
Si tratta di un importante intervento costato 400mila euro e finanziato con i fondi derivanti dall’affidamento della gestione della farmacia comunale. I nuovi spazi, pari a 250 metri quadrati, ospiteranno la sezione della scuola d’Infanzia che era presso la scuola elementare IV Novembre e che nell’ultimo anno, avendo la scuola elementare bisogno di spazi per gestire il tempo pieno, era stata spostata presso la scuola d’Infanzia F. Satolli, sempre nel capoluogo, in attesa che si ultimasse l’ampliamento della Rodari. È stata inoltre realizzata anche una zona refettorio che permetterà a tutti i bambini e bambine che mangiano nella scuola di avere uno spazio sufficiente e funzionale.

L’ampliamento della scuola Rodari è solo uno degli interventi programmati dall’Amministrazione sui plessi scolastici per l’avvio dell’anno scolastico 2013/2014. Presso la scuola elementare di Schiavo si sta ultimando il primo stralcio dei lavori di adeguamento sismico, finanziati, tra l’altro, con un importante contributo della  Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Sono già state sistemate le fondazioni con l’inserimento di 34 micropali e attualmente si sta provvedendo ad eliminare le lesioni presenti sulle mura esterne dell’edificio. Nella tarda primavera del prossimo anno riprenderanno i lavori per completare il consolidamento strutturale sia dell’edificio che ospita la scuola elementare che della adiacente struttura che ospita la scuola materna.
Altro importante intervento ha riguardato la scuola elementare di Papiano. Qui è stato innanzitutto realizzato un ampliamento dello spazio refettorio di 35 metri quadrati che permette a tutti i bambini e bambine di mangiare insieme. Inoltre si è intervenuti a consolidare strutturalmente un angolo della scuola con l’inserimento di 6 micropali. Un ulteriore lavoro è, infine, consistito nella realizzazione di un anello antincendio, ovvero una conduttura a pressione lungo tutto il perimetro della scuola. L’investimento complessivo su Papiano è stato di 215mila euro di cui 76mila con fondi della Regione e la restante parte da bilancio comunale.

“Nonostante le difficoltà di questo momento – afferma l’Assessore Anniboletti – l’Amministrazione si è impegnata per completare quel processo di innovazione e messa in sicurezza delle strutture scolastiche di tutto il territorio comunale. In questi anni è stato fatto un grande lavoro per reperire i fondi necessari a realizzare grandi interventi di adeguamento o ampliamento delle strutture scolastiche, come ad esempio, tanto per citare i più significativi, gli interventi sui plessi di Ammeto, Castello delle Forme, Cerqueto e, da ultimo, sulla scuola Rodari. Massima e continua attenzione, dunque, alle politiche scolastiche nella piena consapevolezza che è dentro le nostre scuole che si costruisce il futuro della comunità”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*