Marsciano, primi riscontri positivi per il postino telematico

Gli strumenti usati dal postino telematico
Gli strumenti usati dal postino telematico

(umbriajournal.com)  MARSCIANO – È un primo bilancio positivo quello che è stato tracciato da Posate Italiane, nel corso di una conferenza stampa svoltasi presso il Municipio nella mattina di venerdì 14 marzo 2014, sull’attività del “Postino telematico”, ovvero il nuovo servizio di Poste Italiane attivo da oltre due mesi sul territorio comunale. Gli 11 “Postini Telematici” del Centro di Recapito di via 24 Maggio, infatti, sono stati dotati di palmari e pos e, nello stesso momento in cui avviene la consegna della corrispondenza, accettano a domicilio il pagamento di bollettini, premarcati o bianchi, la spedizione di raccomandate con o senza avviso di ricevimento destinate a tutto il territorio nazionale ed effettuano ricariche telefoniche e delle postepay.

Il postino acquisisce i dati per la validazione della transazione tramite scansione del codice a barre con il palmare e procede al pagamento inserendo la carta Postamat o Postepay, oppure le carte di debito del circuito Maestro, nel lettore Pos rilasciando al cliente la ricevuta in duplice copia. Il “passaggio” del Postino telematico può anche essere prenotato in data e ora concordata. In questo caso al cliente basta comporre il numero verde di Poste Italiane 803.160 o accedere al sito www.poste.it., scegliendo la tipologia del servizio e la fascia oraria più comoda: dal lunedì al venerdì.

Nella sala della Giunta in Municipio erano presenti Paola Capista, Responsabile Area Manager dell’Umbria di Poste Italiane, Donatella Ciofetta, Responsabile risorse umane Area Manager dell’Umbria, Alessio Ventanni, Direttore del centro di distribuzione di Marsciano e, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale, l’Assessore al Bilancio Marco Regni. Presenti anche alcuni postini telematici che operano sul territorio comunale.

“Poste Italiane – ha spiegato Paola Capista – sta investendo in una fase di ulteriore evoluzione e semplificazione dei propri servizi nell’ottica di rendere più rapido ed efficiente il lavoro degli addetti al recapito e facilitare la vita dei cittadini. L’implementazione di una nuova piattaforma tecnologica ci permette infatti di far comunicare i palmari in mano ai postini con i terminali presenti nel centro postale e in questo modo ampliare progressivamente la gamma delle offerte al cliente, portando presso il suo domicilio un ampio menù di servizi postali e finanziari”.

Il bilancio dei primi due mesi di attività sul territorio servito dal Centro di recapito di Marsciano, che si estende anche al Comune di Collazzone, è sostanzialmente positivo. “In questa fase iniziale di presenza del servizio sul territorio – continua Paola Capista – abbiamo avuto una media di circa 50 raccomandate e oltre 20 bollettini al mese gestiti a domicilio. Il pagamento di questi servizi non ha costi aggiuntivi rispetto al servizio tradizionale svolto nell’ufficio postale e le raccomandate possono essere pagate anche in contanti”.

“L’attivazione di questa importante gamma di servizi da parte di Poste Italiane – ha commentato l’Assessore Marco Regni – rappresenta un valore aggiunto non solo per gli effetti positivi che ha su cittadini e imprese decongestionando gli uffici postali e snellendo tanti pagamenti, ma anche per la sua valenza sociale, andando incontro a quelle difficoltà di spostamento che, su un territorio ampio come è quello di Marsciano, riguardano soprattutto la parte più anziana della popolazione”.

Il Centro secondario di recapito di Marsciano serve i comuni di Marsciano e Collazzone, provvedendo alla consegna della corrispondenza per un totale di circa 4.460 civici, a cui corrispondono circa 6.966 famiglie, 561 attività commerciali e 330 uffici. Attualmente il servizio del postino telematico copre ampie zone della regione, con 133 postini, sui 600 presenti in Umbria, che sono dotati di questa nuova tecnologia. Entro il 2014 saranno coperte anche le zone ancora non servite.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*