La settimana della consulta

Si è riunita ieri per la prima volta la consulta “Sport e tempo libero” del comune di Città di Castello alla presenza dell’assessore Andreina Ciubini e dell’assessore Stefano Nardoni.<br />“La fase che prende il via stasera è molto importante perché attiva una forma di parte-cipazione che coinvolge direttamente le associazioni ed i soggetti organizzati della cit-tà” commenta a margine della seduta Andreina Ciubini, sottolineando che “è stata re-gistrata una notevole presenza e un interesse specifico sui compiti e le finalità dell’organismo. Il dibattito si è sviluppato in maniera vivace e serrata, ha messo a fuoco le posizioni sia dei soggetti riconducibili alle varie discipline sportive, sia dei soggetti caratterizzati da un elemento territoriale, società rionali dunque e pro-loco. Dagli uni e dagli altri sono emersi spunti utili per l’operatività futura insieme alla proposta di appro-fondire la reciproca conoscenza prima di andare all’elezione del presidente e del comi-tato esecutivo che lo supporterà. Nell’ordine del giorno dell’insediamento - precisa l’assessore - era inserito anche questo adempimento, che verrà affrontato nella convo-cazione dell’otto settembre prossimo. Nel frattempo sono state raccolte le prime dispo-nibilità per ricoprire gli incarichi. La nomina degli organismi interni è un passo prelimi-nare per mettere le consulte nelle condizioni di iniziare a camminare in autonomia”.<br />L’appuntamento di stasera (martedì 22 luglio) è con la consulta che si occupa di Eco-nomia, Ambiente e Turismo, mercoledì 23 luglio della consulta incentrata su Sanità e sociale e giovedì 24 si termina la settimana con la consulta delle associazioni culturali per riprendere lunedì 28 luglio con l’unico organismo tematico, quello dedicato al cen-tro storico.<br />“È importante che i tifernati sentano come luoghi di espressione diretta e di dialogo le consulte - conclude la Ciubini - perché uno degli obiettivi che la Giunta e il consiglio comunale hanno individuato, pensando alle forme di una nuova stagione partecipativa, è stimolare l’esercizio del senso civico e il sentirsi parte attiva di una comunità”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*