La poesia di chi è lontano dalla sua città

(UJ.com) BRASILE 23/08/08 - Foligno, la magica stazione con luci colorate di sogno, la via nella notte fonda: una panchina bianca sotto il respiro pesante della citta` che dorme. Magia di Foligno… Quel fungo, bianco, di fumo Una campanella roca, lontana (sa di minestra e di convento, garrula, sa di lontani singhiozzi temuti). Richiamo di fontanelle sirene!, il panettiere all'opera, un androne solitario riempito dai miei rintocchi. Ho sorriso ai manifesti della via, il mio cuore e` stellato di cielo. Magia di quell'angolo di strada con foglie d'ottobre

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*