La morta è una donna argentina di 46 anni con passaporto spagnolo

<p>di <b>Marcello Migliosi</b> e <b>Luana Pioppi <br /></b>(UJ.com) PERUGIA - N.B.R. sono queste le iniziali della donna trovata morta ieri mattina a Pian di Massiano per emorragia interna. E' un'argentina, con passaporto spagnolo, ed aveva 46 anni. <b>Nessuno</b>, da quanto ci è dato a sapere, l'ha cercata, ma se il Carabinieri hanno ritrovato i documenti è evidente che le indagini hanno fatto un grosso passo in avanti. La morte è stata provocata dai tanti traumi subiti che gli hanno causato un'emorragia interna, secondo l'esito dell'esame autoptico che è stato effettuato questa mattina dal dottor Piemontese. <br /> <br /> "Non esludiamo nessuna ipotesi - afferma il Colonnello dei Carabinieri, Carlo Corbinelli -, anche quella che la donna possa essere stata una prostituta che esercitava in strada". La zona del ritrovamento del cadavere, quella compresa tra il parcheggio del <b>Minimetrò</b> di Pian di Massiano e la fermata degli autobus, non è un lugo abitualmente frequentato da prostitute. Vero è però che il corpo della donna, sembra sia stato trascinato per tanti metri. Non si sa, quindi, se l'omicidio possa avere una matrice criminale legata al mondo della spartizione delle aree della prostituzione a Perugia. Nei pressi della zona del ritrovamento, è noto, sono solite stazionare lungo la strada del "laghetto" le prostitute africane. In queste ore gli investigatori stanno esaminando i video delle telecametre dell'area. Sembra che ci possa essere un'amica della vittima che avrebbe riconosciuto il corpo.<br /> <br /> Non è però possibile affermare che, vista la provenienza <b>sudamericana</b> della vittima, possano essere stati i controllori di tale zona ad uccidere la donna. No viene scartata nemmeno l'ipotesi che ad uccidere la 46enne possa essere stato un cliente. Chissà, una contrattazione finita male, o un rapporto sessuale non pagato, insomma tante domande cui l'autopsia, in qualche modo, dovrà pur dare una risposta.<br /><br />Nel frattempo i carabinieri stanno facendo i primi rilievi sul luogo del ritrovamento del cadavere. Hanno preso le impronte dei <b>pneumatici</b> presenti accanto al corpo della donna. Apparterrebbero ad un'auto di media cilindrata.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*