La Gecom Security Perugia comincia l’assalto alla serie A2 in trasferta a Palmi

PERUGIA – Prendono il via i play-off nella serie B1 femminile, il cammino che porta verso la categoria superiore è lungo e tortuoso, ma la Gecom Security Perugia ci prova, convinta di vivere un momento irripetibile della sua storia.

Per approdare alla categoria superiore bisogna vincere altre sei partite con tre avversarie differenti, un dato che già da solo mette paura, è evidente però che il clan del presidente Massimo Patiti dovrà affrontare un impegno alla volta per non rischiare di rimanere schiacciato dal peso di questo gravoso lavoro e di questa responsabilità.
Comunque vada sarà un successo, sembrano parole inventate per l’occasione, ma le magliette nere adesso non si tirano certamente indietro e si concentrano con estrema attenzione al match che si gioca in terra calabrese sabato.

Subito un duello di alto contenuto tecnico, il confronto con la quotata Golem Software Palmi, formazione particolarmente ostica tra le proprie mura, basti pensare che in questa stagione ha perduto due sole volte, una delle quali al tie-break.

Le meridionali sono giunte seconde nel loro girone e godono pertanto del vantaggio del campo, in caso le prime due gare registrassero una vittoria per parte, l’eventuale bella si disputerebbe in provincia di Reggio Calabria.
Le umbre che si sono classificate terze giocheranno tra le proprie mura il match di ritorno, mercoledì 20 maggio alle ore 20,30 è atteso il grande pubblico al Palasport Giuseppe Evangelisti.

Le padrone di casa allenate da Ivan Ivanov Dimitrov contano sull’apporto del pubblico, oltre che su di un collettivo davvero molto ben attrezzato, su tutte spicca il nome della palleggiatrice Elisa Moncada e la schiacciatrice castiglionese di origine nigeriana Stefania Okaka, due pedine che vantano notevole esperienza.
Tra le ospiti si farà affidamento sulle grandi qualità della libero Giorgia Chiavatti che avrà il compito di governare la seconda linea, mentre toccherà al martello Natascia Mancuso prendersi cura del carico maggiore in attacco, e sarà certamente quest’ultima a tenere particolarmente al confronto dato che da Lamezia, sua città natale, arriveranno amici e parenti a sostenerla.

Così l’allenatore Fabio Bovari alla vigilia: «La partita la stiamo preparando da lunedì, abbiamo ripreso ad allenarci bene studiando la tattica migliore per affrontare la rivale. Quella avversaria è una bella squadra alta e dotata di mezzi fisici che punta molto sulla palla alta, sarà importante battere bene ma non basterà perché la palleggiatrice è molto brava a giocare in veloce.

Ci aspettiamo di giocare in un palazzetto che sarà senza dubbio caldo ma con una tifoseria assolutamente corretta. Partiremo venerdì all’ora di pranzo per la lunga trasferta, al nostro seguito ci saranno alcuni tifosi e di questo siamo contenti. Se azzecchiamo la partita in trasferta siamo a più della metà dell’opera, sarà comunque durissima arrivare in fondo. Rispetto a dodici mesi fa abbiamo una squadra meno abituata a disputare queste fasi ma siamo più giovani e più stimolati a fare bene. Per molte atlete è la prima volta nei play-off ma stiamo vivendo il momento serenamente e senza pressioni di sorta, speriamo solo di giocare bene».

Possibili titolari Palmi: Moncada ad alzare in diagonale con Aricò, Rotondo e La Rosa in zona-tre, Okaka e Speranza di banda, Catalano libero.
Probabile sestetto Perugia: Sghedoni in regia, Puchaczewski opposta, Cruciani e Mearini centrali, Barbolini e Mancuso schiacciatrici di posto-quattro, Chiavatti libero.
Arbitreranno l’incontro Emilio Sabia ed Antonio Capolongo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*