ISTITUZIONI E TURISMO Guasticchi: "Green-economy ecocompatibile per il rilancio della Valnerina"

<p>(UJ.com) NORCIA - “Non una semplice visita di cortesia ma un incontro operativo, per lavorare da subito, nella massima sinergia e condivisione possibili, al rilancio dell’intera area comunale di Norcia e della Valnerina”. E’ stato molto chiaro il presidente della Provincia di Perugia <b>Marco Vinicio Guasticchi</b>, questa mattina a Norcia, nell’esporre le sue idee di valorizzazione e riqualificazione di tutte le risorse presenti nella città di San Benedetto e in tutto il suo comprensorio. Accolto dal sindaco Gian Paolo Stefanelli, che gli ha fatto gli onori di casa insieme agli assessori comunali Di Stefano, Cecchini e Proietti, il presidente Guasticchi ha più volte sottolineato la disponibilità della Provincia, da lui stesso definita “partner” e non “matrigna”, ad interagire con tutti gli enti del territorio - Regione dell’Umbria, Parco Nazionale dei Monti Sibillini, Comunità Montana Valnerina – nell’elaborazione di “un progetto ispirato al modello del Trentino Alto Adige, in linea con una forma di green-economy eco-compatibile che porti ad utilizzare le strutture e le infrastrutture già presenti”. Un forte segnale di operatività e di concretezza al riguardo è stato dato dalla presenza a Norcia, oltre che del presidente Guasticchi, di vari membri della giunta provinciale. Tra questi, gli assessori: Roberto Bertini con delega al turismo e allo sport, Piero Mignini (edilizia scolastica e rapporti istituzionali), Domenico Caprini (viabilità) e Carlo Antonini (urbanistica). All’incontro erano inoltre presenti Alberto Naticchioni, membro della giunta esecutiva dell’Ente Parco dei Sibillini e Agnese Benedetti presidente della Comunità Montana Valnerina. Il presidente Guasticchi ha annunciato che già dai primi giorni di settembre si darà vita ad un tavolo operativo a cui prenderanno parte tutti i soggetti attivi del territorio per dare corpo alle iniziative messe in campo. “Per rendere la Valnerina - come ha sottolineato – un territorio da vivere tutto l’anno, dal punto di vista turistico-ambientale, incentivando soprattutto una forma di turismo sportivo eco-compatibile”.  Sia Guasticchi che Stefanelli, il quale ha espresso grande soddisfazione per l’incontro ‘conoscitivo/operativo’, hanno concordato sull’esigenza di portare a termine tre progetti al momento in corso d’opera: il primo riguarda le Marcite di Norcia, il secondo il Piano Integrato di Recupero di Castelluccio e il terzo la riconversione del rifugio Monte del Sole in Osservatorio Astronomico. Annunciata dal presidente della Provincia, tra le iniziative volte alla valorizzazione delle infrastrutture sciistiche, anche l’istituzione di un campo scuola per svolgere attività didattiche per bambini. Nell’ottica di un rilancio complessivo dell’area, particolare attenzione, come è stato detto da Alberto Naticchioni, dovrà essere rivolta anche al Pian Grande di Castelluccio considerato “patrimonio di carattere nazionale”.  All’incontro è seguito un sopralluogo a Forca Canapine al fine di esaminare tutte le possibilità di potenziamento e riqualificazione degli impianti di risalita, gli unici presenti in Umbria.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*