IMMAGINARIO FESTIVAL - I GRANDI CULT DEL PICCOLO SCHERMO

<p>(UJ.com) PERUGIA - Nel programma della domenica l’Immaginario Festival propone una full immersion nei cult della televisione con il cast di Un posto al sole, la fiction italiana e ancor meglio mediterranea al suo quattordicesimo anno di programmazione, Mauro Biuzzi e che commenta la miniserie dedicata a Moana appena andata in onda su Sky, e l’omaggio alla tv della libertà e della de-programmazione di Fuori Orario, che compie vent’anni.</p>
<p> </p>
<p>Sul fronte dei contenitori televisivi uno degli appuntamenti più attesi è quello con il critico cinematografico Enrico Ghezzi (teatro Pavone, ore 17,30) per parlare, con uno sguardo rivolto al futuro, dei ventennale di Fuori Orario, lo storico programma televisivo di Rai Tre dedicato al cinema d’essai internazionale e ad altre immagini storiche del mondo dell’informazione, ideato alla fine degli anni Ottanta dallo stesso Ghezzi, che è anche uno dei creatori di Blob. Nel 2009 a Ghezzi è stato dedicato un cartoon italiano Hello Ghezzy!, con l'animazione e la regia di Mario Verger.</p>
<p> </p>
<p>Saranno invece Alberto Crespi, Simone Annichiarico e Alessandro Boschi i protagonisti dell’incontro dedicato alla trasmissione televisiva La valigia dei sogni in onda su La7: un vero e proprio viaggio alla scoperta del cinema e dei luoghi dove sono stati girati alcuni dei film più noti al grande pubblico (teatro Pavone, ore 22).</p>
<p> </p>
<p>Passando alla fiction, regina del piccolo schermo, non poteva mancare la soap opera tutta italiana Un Posto al Sole (teatro Pavone ore 18,30) rappresentata a Perugia dal produttore creativo Fabio Sabbioni, dal regista Donatello Alunni Pierucci e dagli attori Davide Devenuto e Marina Giulia Cavalli, che interpretano i protagonisti dello sceneggiato, Ilenia Lazzarin e Patrizio Rispo. Prodotta da Rai Tre, Rai Fiction, Grundy Italia e Centro di Produzione Rai di Napoli, Un posto al sole è arrivata al quattordicesimo anno di programmazione con quasi 3.000 episodi e continua ad avere un successo crescente per la peculiarità che la rende unica nel suo genere: la capacità di intrecciare i temi classici della soap – amori, intrighi, passioni, vendette – con tematiche sociali di grande attualità.</p>
<p> </p>
<p>Tra gli incontri più attesi dell’edizione 2009 di Immaginario Festival, c’è la jam session su Moana all’hotel La Rosetta, con la partecipazione di Mauro Biuzzi, lo storico fidanzato di Moana nonché presidente del Partito dell’Amore, Enrico Ghezzi ed altri ospiti del festival; tutti insieme per parlare – attraverso le immagini animate di Moanaland  di Mario Verger - di una vera e propria icona degli anni ’90, un modello di donna che resta nell'immaginario degli italiani ed è, in qualche modo, anche eroina dei suoi tempi. L’incontro perugino offrirà l’occasione per parlare di pornografia ed eros, televisione e potere e per dirsi a cose fatte – attraverso i commenti di chi Moana l’ha conosciuta bene - quanta verità ci sia nella serie appena andata in onda su Sky dopo una gestazione complicata: in che misura si è cercato di cogliere la sua grande umanità e la sua sottile intelligenza, le vicende personali e familiari, le compagnie, le scelte che ne hanno fatto una vera e propria icona, un fenomeno di costume?  Salvata l’interpretazione di Violante Placido, resta cioè da capire se la tv abbia omaggiato oppure abbia tradito quella che è una delle ultime dive dei nostri tempi: una donna affascinante e scomoda, ironica e provocatoria, tenera ed emancipata, consapevole del proprio corpo e della propria femminilità, lontana dai cliché sociali, coraggiosa e determinata nelle battaglie politiche del programma del Partito dell’Amore.</p>
<p>Certo, in un periodo dove i costumi sessuali dei politici italiani e il turnover dei fidanzati delle veline meritano le prime pagine dei giornali e i titoli dei tg, portare sullo schermo la vita di una donna che è l’antivelina per eccellenza e che ancora prima della sua morte misteriosa era leggenda ha un suo perché e potrebbe non essere casuale per la tv di Murdoch…</p>
<p> </p>
<p>Altri miti ed altri supereroi racconta il saggio di Luca Raffaelli, il più famoso esperto italiano di comics e cartoons che presenta il libro Tratti &amp; ritratti. I grandi personaggi del fumetto da Alan Ford a Zagor (teatro Pavone ore 20); si tratta di un personalissimo quanto autorevole dizionario dei personaggi del fumetto con settantotto ritratti dei più amati eroi di carta. Un discorso estetico nel senso più completo del termine - cioè filosofico prima ancora che artistico - che ci permette di capire come dietro Batman e Superman, Dylan Dog e Tex, Kriminal e Diabolik, Corto Maltese e Valentina si nasconda un'umanità sorprendentemente "tridimensionale", fatta di sogni, paure, desideri e nevrosi, modelli di comportamento e visioni del mondo che rimandano a quelli dei loro creatori ma anche, ne siamo consapevoli o meno, a quelli di noi lettori.</p>
<p> </p>
<p>Si parla ancora di libri, ma non solo, con Lorenzo Mattotti e il suo volume illustrato Hansel e Gretel presentato in anteprima nazionale (teatro Pavone ore 20,30 circa), cui segue lo spettacolo di suoni e immagini che porta alla scoperta della storia di Jekyll&amp;Hyde con disegni di Mattotti e musiche del Maestro Gianda.</p>
<p> </p>
<p>Nella domenica dell’Immaginario non manca il cinema con  Fortapàsc (2009) e Valentina Lodovini, l’attrice umbra che nel 2009 ha vinto il Ciak d'Oro come rivelazione dell'anno.</p>
<p> </p>
<p>Per la sezione Lifestyle domenica propone due appuntamenti pomeridiani: il primo nell’ambito di UmbriAmbiente al Cerp della Rocca Paolina con la proiezione de  I Simpson - Il Film (2007), e Apocalisse nel deserto (1002); il secondo al teatro Pavone con la performance Body work n.2 di Elisa Lepore tratto da Appena ho 18 anni mi rifaccio e la presentazione del libro L’economia della felicità con gli autori  Cristina Sivieri Tagliabue e Luca De Biase. Un focus su corpi virtuali e spazi relazionali partecipati, tra chirurgia estetica e cultura digitale, organizzato dall’associazione Non chiederci la parola e Nòva24 il Sole 24 ore.</p>
<p>Info: <a href="http://www.immaginariofestival.org">www.immaginariofestival.org</a></p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*