CRONACA - LA POLIZIA EFFETTUA CINQUE ARRESTI

<p>(UJ.com) PERUGIA - Cinque persone arrestate, 18 chilogrammi di hashish sequestrati, come pure un etto di eroina e 10 grammi di cocaina. E' il bilancio degli ultimi tre giorni di lavoro della sezione narcotici della squadra mobile della Questura di Perugia. A finire in manette due italiani e tre stranieri. Un italiano, tal Vittorio Montis di 37 anni, con precedenti, che è stato ammanettato allo svincolo di Madonna Alta, sul raccordo Perugia Bettolle. A bordo della Rover 45 sulla quale viaggiava, provenendo proprio dal Nord Italia, aveva una valigia di tipo trolley con dentro la bellezza di 18 chilogrammi di hashish.</p>
<p>Il corriere trasportava lo stupefacente a favore degli spacciatori che operano nel perugino. Valore stimato dell'hashish, circa 90 mila euro in prima cessione. Altri due arresti sono stati effettuati lungo la E45. In una Renault Megane viaggiavano un agente di commercio di 33 anni di Orvieto, Gabriele Angeloni e un tunisino di 24 anni, Mohamed Elkared. La "strana coppia" ha incuriosito la polizia che, all'altezza di un'area di servizio, è entrata in azione.</p>
<p>Nel cruscotto dell'auto c'erano 5 grammi di cocaina. Mentre nell'intestino del magrebino, ad esame radiografico, sono saltati fuori 8 ovuli termosaldati con 98 grammi complessivi di eroina. In via dell'Acquedotto a Perugia, invece, la Sezione narcotici ha arrestato Sami El Hamdi, spacciatore tunisino di 20 anni ammanettato mentre stava cedendo 3 involucri di cocaina per un totale di 3 grammi. L'ultimo arrestato è Karim Salah di 29 anni, per il quale il gip Claudia Matteini ha trasformato gli arresti domiciliari in quelli carcerari, in quanto il magrebino continuava la sua attività di spacciatore.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*