CRONACA - INCIDENTE MORTALE SUL LAVORO A NARNI

<p>(UJ.com) NARNI - Un uomo di 62 anni che lavorava con una ruspa in una cava nella zona di Narni e'' caduto stamani con la macchina operatrice in un laghetto artificiale profondo alcuni metri. Sono ancora in corso le operazioni per il recupero del cadavere con l'' intervento di sommozzatori dei vigili del fuoco provenienti da Roma. La vittima, Umberto Biondini, lavorava alle dipendenze di una ditta di Narni Scalo. Nato ad Amelia e residente a Narni, stava effettuando uno sbancamento in un cava situata tra Ponte San Lorenzo di Narni e San Faustino. Al centro della cava si e'' formato un laghetto artificiale di modesta superficie ma profondo dai cinque ai sei metri.</p>
<p>Poco dopo le dieci di stamani la ruspa con l'' operaio, per cause in corso di accertamento - si pensa ad un cedimento del terreno - e'' caduta nel laghetto e l'' uomo e'' stato schiacciato dal veicolo. I suoi compagni di lavoro hanno subito dato l''allarme. Sono intervenuti i carabinieri di Narni, i sanitari del 118, personale dell'' Ispettorato del lavoro ed anche i vigili del fuoco di Terni. Il recupero del cadavere e'' particolarmente difficoltoso per la profondita'' del laghetto.</p>
<p> </p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*