CRONACA

<p>(UJ.com) TERNI - Terzo arresto della guardia di finanza di Terni nell''ambito dell''inchiesta su un giro di fatture false per oltre 7 milioni di euro con evasione dell''imposta sul valore aggiunto per oltre due milioni. Nei giorni scorsi erano gia'' state arrestate due persone. Stamani, a <b>Battipaglia</b> (Salerno) e'' stato arrestato F. B., di Giove, proprietario di due concessionarie di auto - una a Terni e una a Roma - bloccato nel centro della citta'' mentre era a bordo di un''auto. <br /><br />L''uomo, che era ricercato dai finanzieri, si trova ora rinchiuso nel carcere di Salerno. Sono inoltre stati denunciati un rappresentante ed un pensionato. L''indagine aveva <b>riguardato</b> inizialmente la vendita da parte di un fornitore estero a una ditta di Terni di auto, perlopiu'' tedesche, anche di grande cilindrata. Dagli accertamenti e'' emerso che le fatture emesse dallo stesso fornitore estero venivano indirizzate a quattro falsi acquirenti fra Terni e Roma. <br /><br />Tutte imprese individuali e di breve durata, prive di struttura imprenditoriale, organizzativa e di contabilita'', che per questo non versavano l''Iva relativa all''operazione. Nell''ambito dell''operazione la guardia di finanza ha sequestrato tre immobili (tra cui una villa dello stesso<b> arrestato</b> e un appartamento in via Nomentana, a Roma), vari terreni, conti correnti bancari e polizze assicurative per un valore complessivo di circa un milione e mezzo di euro. I finanzieri avevano gia'' arrestato un consulente fiscale di 46 anni residente a Roma e quello che gli inquirenti ritengono un prestanome, di 67 anni, di Imperia.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*