Corciano, dopo il corso di educazione stradale torna la segnaletica

segnalazione e rispristino segnaletica 1Il corso di educazione stradale ha stimolato il ripristino della segnaletica stradale a Corciano. Dalla segnalazione all’intervento, infatti, è passato pochissimo tempo ed ai ragazzi della scuola media “B. Bonfigli” di Corciano (dirigente Aldo Covarelli) è rimasta la sensazione di avere saputo incidere. Vedere ripristinata la segnaletica stradale negli spazi antistanti gli istituti scolastici di Mantignana è stato, infatti, anche un po’ merito loro.

A fornire l’occasione, le lezioni di educazione stradale, come di consueto effettuate anche ‘en plein air’ e seguite con particolare entusiasmo. L’agente di polizia municipale, Filiberto Primavilla, è stato il primo a raccogliere le perplessità dei ragazzi davanti  allo spettacolo offerto da tempo dal parcheggio della scuola, privo di senso di marcia, di segnaletica orizzontale e verticale (sbiadita ed illeggibile) e con alcuni cartelle verticali rovinati dall’inciviltà dei troppo frequenti atti vandalici.

Primavilla ha così sollecitato la collaborazione del responsabile dell’ufficio tecnico del Comune  e superando il rischio di doversi arrestare davanti alla possibile mancanza di risorse, frequente ed inevitabile in tempi di crisi, ha concretizzato la buona volontà, con la conseguenza di qualificare i servizi erogati alla cittadinanza.

“Le lezioni di Educazione Stradale – spiega Ireneo Adamo, docente della Bonfigli – oltre alle regole basi del Codice della Strada, trattano argomenti relativi all’educazione civica, al fine di far prendere coscienza dell’importanza che riveste il rispetto delle cose altrui, e soprattutto delle altre persone. I questo senso gli allievi hanno ben compreso che l’intervento effettuato, sintomatico della sinergia esistente qui a Corciano tra mondo scolastico ed ente pubblico, che ci sentiamo di ringraziare, avrebbe potuto essere ben più limitato, in quanto, se alcuni avessero avuto un comportamento corretto, non ci sarebbe stato bisogno di sostituire alcuni cartelli, senza ulteriore spesa da parte del  Comune e quindi a danno della collettività”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*