CICLISMO - LA CAMPIONESSA MONDIALE GUDERZO ARRIVA ALLA CORTE DI MONTEDORI

<p>(UJcom) PERUGIA - La campionessa del mondo 2009 di ciclismo femminile professioniste su strada, la vicentina Tatiana Guderzo, è passata ufficialmente nelle fila del Team Vardarno Women <b>Professional Cycling</b>. Un arrivo che sembrava oramai tramontato e che invece, grazie al paziente lavoro svolto dal Ds G.Carlo Montedori e dalle Fiamme Azzurre, si è concretizzato in questi ultimi giorni fino all’ufficialità dell’ingaggio da parte della società tosco-umbra che in pratica è avvenuto questa mattina. Con la Guderzo il Team Valdarno femminile acquista un potenziale esplosivo. <br /><br />Già la squadra era molto quotata grazie all’ingaggio di gente del valore di Monia Baccaille, campionessa italiana 2009, della campionessa spagnola 2009, Marta Vilajosana, della recente vincitrice dei Campionati di Oceania, l’australiana O’Donnell Bridie, e della campionessa russa a cronometro, Tatiana Antoshina. Ma non sono da meno cicliste come <b>Laura Bozzolo</b>, Martina Corazza, Tania Belvedersi e la forte messicana Lorenza Laura Morfin Macouzet. Oltre ad altre giovani più che promettenti come Saneila Biagi, Giulia Bonetti, Chiara Bortolus e Alessia Massaccesi. <br /><br />Insomma a questo punto il Team Valdarno Women è diventato uno squadrone in grado di competere con le tre-quattro realtà, multinazionali, che dominano spesso il ciclismo in rosa. Tra l’altro la Baccaille e la Guderzo  la <b>scorsa stagione</b> erano insieme sia con le Fiamme Azzurre, per le gare nazionali, sia con la formazione toscana Michela Fanini con la quale hanno disputato Giro d’Italia e di Francia e le gare internazionali.<br /><br />Monia Baccaille è contenta dell’arrivo di Tatiana:<br />“L’arrivo di Tatiana Guderzo è importante perché la nostra squadra è diventata ancora più forte. Con la <b>Guderzo</b> siamo state sempre in perfetta intesa sia in gara che fuori. Prova ne è che abbiamo condiviso anche la camera quando eravamo in trasferta. Abbiamo caratteristiche diverse. Ci completiamo a vicenda”.<br /><br />Felice è anche il ds <b>G.Carlo Montedori</b>:<br />“Credo che tutte le squadre vorrebbero nella loro formazione la campionessa del mondo in carica. Tra l’altro la Guderzo è la ciclista italiana più medagliata nelle corse in linea. Almeno in questi ultimi anni. Abbiamo messo in piedi un gruppo di ragazze straordinario. Se sarà difficile farle coesistere? Sono atlete con grande personalità e diverse connotazioni tecniche. Cercheremo di far rendere tutte al loro massimo. Le corse da disputare sono tante. Ci sarà spazio per tutte”.<br /><br />La parola al presidente del Team Valdarno Women Professional <b>Leonardo Gigli</b>:<br />“Inseguivamo la Guderzo dal giorno stesso che era diventata campionessa del mondo. Alla fine ci siamo riusciti. Per questo ringrazio il comandante delle Fiamme Azzurre, Tolu, che si è adoperato in prima persona per favorire l’operazione. Un plauso devo farlo anche al nostro ds Montedori che non ha mai mollato”.<br />Infine lei, la campionessa del mondo:<br />“Devo confessare – afferma la Guderzo – che se fosse saltato il mio passaggio al Team Valdarno sarei rimasta delusa. Primo perché ritrovo molte mie compagne di squadra, come Monia (Baccaille ndr), con le quali ho corso insieme le stagioni precedenti. Seconda cosa perché vado in una società che ha grandi stimoli. E’ una deduzione che ho fatto vedendo l’organico che è stato allestito. Siamo una grande squadra. Ci divertiremo”.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*