CARABINIERI - CELEBRAZIONE DELLA “VIRGO FIDELIS”

<p>(UJcom) PERUGIA - Questa mattina alle ore 11.00 presso l’Abbazia di San Pietro sita in Borgo XX giugno di Perugia si sono celebrate le ricorrenze della “Virgo Fidelis” patrona dell’arma dei Carabinieri, del <b>68° anniversario</b> della “Battaglia di Culqualbert” e della “Giornata dell’Orfano”. La Santa Messa è stata officiata da S.E. Monsignor Gualtiero Bassetti, Arcivescovo di Perugia e ha visto la partecipazione di molte Autorità locali, militari e civili, oltre che di una nutrita rappresentanza di Carabinieri della Legione Umbria e del Comando Provinciale di Perugia, dei soci e delle benemerite delle Sezioni dell’Umbria dell’Associazione Nazionale Carabinieri in congedo e della Rappresentanza militare. Presenti, inoltre, alcune Vedove, Orfani e parenti di militari dell’Arma caduti nell’espletamento del servizio.</p>
<p>Nell'Arma il culto alla "Virgo Fidelis" iniziò subito dopo l'ultimo conflitto mondiale per iniziativa di S.E. Mons. Carlo Alberto Ferrero di Cavallerleone, Ordinario Militare d'Italia, e di P. Apolloni S.J., Cappellano Militare Capo. Lo stesso Comandante Generale prese a cuore l’iniziativa e bandì un concorso artistico per un’opera che raffigurasse la vergine, patrona dei carabinieri. Lo scultore architetto Giuliano Leonardi rappresentò la Vergine in atteggiamento raccolto mentre, alla luce di una lampada, legge in un libro le parole profetiche dell’apocalisse: “sii fedele sino alla morte” (Apoc.2,10)”.<br />La scelta della Madonna "Virgo Fidelis", come celeste Patrona dell'Arma, è indubbiamente ispirata alla fedeltà che, propria di ogni soldato che serve la Patria, è caratteristica dell'Arma dei Carabinieri che ha per motto: "Nei secoli fedele".<br />L'8 dicembre 1949 Sua Santità Pio XII di v.m., accogliendo l'istanza di S.E. Mons. Carlo Alberto di Cavallerleone, proclamava ufficialmente Maria "Virgo Fidelis Patrona dei Carabinieri", fissando la celebrazione della festa il 21 novembre, in concomitanza della presentazione di Maria Vergine al Tempio e della ricorrenza della battaglia di Culqualber.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*