CALCIO - Perugia - Deruta: missione compiuta con un po' d'ansia

<p>post <b><span style="color: #000000;">M. Zingales</span> <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com">@</a></b> (UJ.com) PERUGIA - Missione compiuta. Con un po' d'ansia in corpo, qualche errore di troppo, un po' di superficialità, dettata forse dall'idea che il Deruta fosse ben poca cosa (pericolo avvertito anche da noi e paventato da molti) e qualche mossa in campo che, stavolta, non ha pagato in termini di gioco. In ogni caso, peggio di noi hanno fatto Todi e Castel Rigone, le quali, finita la "birra" spesa nel girone d'andata, <b>denunciano</b> il limiti dettati dal non poter disporre di una rosa di pari livello a quella del Grifo e dall'essere, probabilmente, dipendenti dalla vena degli elementi migliori. Quando questi non girano o quando le polveri sono bagnate, non c'è bel gioco che tenga … si finisce col perdere.</p>
<p> </p>
<p>Il distacco rispettivamente di nove e dodici punti dalla capilista Perugia, appare, a otto turni dalla chiusura del campionato, difficile da colmare. Dovrebbe imbolsirsi di brutto il Grifo, per farsi rosicchiare un simile vantaggio. Ma nulla al momento lascia presagire che ciò possa accadere; a questo può servire insistere su una sana ed benefica rotazione degli undici in campo. Domenica prossima, fuori D'Ambrosio per squalifica e forse Rampi, uscito oggi anzitempo per infortunio, dovrebbero <b>tornare</b> a disposizione Borgese, Cacioli e Bartolini. L'avversario di tutto rispetto, l'Arezzo, è di quelli che non concede distrazioni e cali di concentrazione. Trattandosi di un derby, poi dovrebbe fornire da solo la giusta carica a tutto l'ambiente. Attendiamo infine, con curiosità, l'incontro Castel Rigone -Todi, gara il cui esito potrebbe chiudere definitivamente i giochi del girone E.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*