Basket A1, Serventi commenta gli acquisti

Il coach della <b>Liomatic Umbertide</b> (serie A1 basket femminile) commenta a tutto campo la campagna acquisti. E' soddisfatto della squadra che la società le ha messo ha disposizione?<br />“Sono certamente soddisfatto - inizia <b>Serventi</b> - e per questo ringrazio la società e quanti si sono adoperati per questa causa. E' un gruppo molto interessante, un giusto mix fra giocatrici più giovani ed altre già affermate a questi livelli. Inoltre conosco già pregi e difetti di molte ragazze avendole allenate in precedenza; per questo, e mi riferisco principalmente alle più giovani, credo che abbiano bisogno di lavorare con tranquillità per poter dimostrare il loro effettivo valore, contando infatti su delle indiscusse qualità. Parlando della costruzione del roster è mio desiderio citare il presidente Paolo Betti che ha contribuito, spendendosi in prima persona, ad acquistare una giocatrice di valore come Iva Perovanovic”.<br />Come imposterà il lavoro in vista della prossima stagione?<br />“Si parte il 18 agosto con tutto il gruppo delle italiane essendo le nostre straniere impegnate sia con i propri club d'oltreoceano (Wnba), sia con le rispettive nazionali. Per questo e per il fatto di avere un gruppo praticamente cambiato per intero, il mio primo pensiero in vista della nuova stagione è quello di creare una squadra vera, un gruppo solido e su questo spenderò molto del mio lavoro. Per quanto riguarda l'aspetto prettamente agonistico, dopo circa due settimane di preparazione inizieremo ad affrontare i primi test amichevoli cercando di misurarci con avversari del nostro livello nonché superiore e testare con mano i progressi ottenuti ed il lavoro svolto. Successivamente proseguiremo la preparazione atletica, destinando comunque ogni fine settimana alla disputa di tornei ed amichevoli varie che possano aiutarci ad arrivare più rodati possibile all'esordio stagionale”.<br />Cosa ti aspetti da questa stagione e come sarà il nuovo torneo?<br />“E' un campionato molto duro e livellato in quanto tutte le 14 squadre stanno allestendo formazioni competitive,in linea con i rispettivi programmi. Prevedo comunque che Venezia, Schio e Taranto facciano un campionato un po' a  parte viste le loro enormi qualità; a seguire, dalla quarta alla quattordicesima, sarà grossa bagarre anche se penso che Napoli, Faenza e Priolo possano recitare il ruolo di immediate antagoniste. Si tratterà poi di vedere dove riusciremo a collocarci noi e chi graviterà fra la seconda fascia e quella, pericolosa, dei play-out. La speranza è che la mia squadra possa assumere ben presto una sua identità, tale da potersi inserire più in alto possibile, nell'ambìto<br />ruolo di outsider. Ho però la certezza che noi, puntando sul lavoro, l'umiltà e l'abnegazione ci giocheremo fino in fondo le nostre possibilità con qualsiasi avversario”.<br />Sogni per la prossima, storica serie A1?<br />“Spero - dice Serventi - di poter regalare alla società ed ai tifosi la salvezza soffrendo il meno possibile perchè è mia convinzione che la piazza di Umbertide, sfruttando tutte le sue potenzialità, possa avere un certo futuro a questi livelli”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*