BADANTE UCCISA - E' STATO CONVALIDATO IL FERMO PER L'EX MARITO

<p>(UJ.com) PERUGIA - Dante Brunetti, il sessantenne accusato di omicidio volontario per la morte della ex moglie, la<b> badante</b> russa Svetlana Kovchnikova, 57 anni, resterà in carcere. E' stato convalidato dal gip il suo fermo. Il giudice ha disposto per l'uomo la custodia cautelare in carcere. Ieri Brunetti, rispondendo alle domande del gip, aveva respinto ogni addebito e ribadito di non avere incontrato la vittima nella notte tra domenica e lunedì scorso. Ha detto inoltre che da tempo non aveva più rapporti con la moglie, la quale in più circostanze avrebbe tentato di riavvicinarsi dopo la separazione. Il cadavere della badante russa Svetlana Kovchnikova era stato trovato lunedì mattina nei pressi di una fermata dell'autobus in via Cortonese, a Perugia.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*