Avviso importante! Tentano truffa a 82enne, ma lei non ci casca

E' stata in gamba, mia mamma, a non caderci... e di sicuro molto fortunata!

Riportiamo un post scritto su Facebook da una perugina, A. A., in merito a una tentata truffa successa alla sua mamma 82enne.

da A.A.
Mia mamma è una grande donna!!! Che Dio la benedica! Ha evitato di cadere in una truffa pericolosa (ha 82 anni!), pur non rendendosi ben conto al momento della gravità della cosa.

Il fatto. Alle 13 di oggi, ha ricevuto una telefonata al fisso di casa… Un uomo, con una dialettica che non sembra di Perugia ma neanche con un accento evidente e ben definito, dopo essersi assicurato che il cognome fosse quello giusto, si è presentato come un avvocato che voleva metterla al corrente del fatto che “suo figlio ha avuto un gravissimo incidente stradale”.

Al che mia mamma gli ha detto che forse si sbagliava di persona, visto che lei ha una figlia, e lui ha detto “si, si sua figlia insieme a un’amica ha avuto un grave incidente, ha distrutto due auto!”.

E mia mamma ha replicato “Guardi che mia figlia non guida… e ora è al lavoro”. Lui ha chiesto di avere il mio cellulare, ma mia madre ha detto di no e che voleva sapere come lui avesse avuto il numero fisso di casa. Non ha risposto alla domanda, ma ha detto che gli lasciava un numero di telefono (che mia mamma ha scritto), numero “fisso” di un maresciallo (con tanto di prefisso 075)… da chiamare.

Mia mamma ha chiuso e non ha composto nessun numero. Dopo pochi secondi, il tipo ha richiamato di nuovo (sempre con numero riservato, ovviamente) e ha detto che poteva stare tranquilla, che c’era stato un “errore telematico” (?) per cui era tutto a posto e che non doveva neppure chiamare il numero che lui gli aveva dato.

Poco dopo sono rientrata io, mi ha raccontanto il fatto e ho capito subito che si trattava di una truffa… Con numero riservato del mio cellulare ho provato a chiamare quel numero “del maresciallo”, al quale ha risposto la segreteria telefonica dicendo che il numero è inattivo.

Ho chiamato i Carabinieri, e ho raccontato il fatto… hanno preso appunti e verificato la falsità del numero segnalato, si sono complimentati con mia mamma, ma se non si espone denuncia non possono fare granché.

Mi hanno anche detto che probabilmente mia mamma e io stessa e la nostra casa, siamo stati tenuti d’occhio… studiati negli spostamenti e sicuramente che mentre avveniva la telefonata, il tipo in questione, sapeva bene che a quell’ora lei era sola in casa, ed era di sicuro sotto casa mia o nei paraggi pronto a salire se mia mamma avesse dato segni di cedimento, paura… cadendo nella rete del “non si preoccupi, basta che abbia un po’ di contanti o qualche prezioso da darmi e ci pensi io…”, cosa classica che viene detta ai poveretti che cascano in queste situazioni.

Nel novembre scorso lo stesso è capitato ad una coppia di anziani di Spoleto, se non erro… e il colpo, purtroppo, è andato a buon fine.

E’ stata in gamba, mia mamma, a non caderci… e di sicuro molto fortunata!
Spero che il tipo sopra descritto… viva male e muoia peggio, perché raggirare poveri anziani indifesi (qualcuno si è sentito pure male fino all’infarto a sentirsi dire certe cose…) è un’azione così squallida che non merita niente di meglio.

Ho scritto questo fatto per mettere al corrente il maggior numero di persone possibile dei miei contatti… tutti, non solo chi abita a Perugia. State in guardia… di “bastardi dentro” ce ne sono un mucchio in giro.

Avviso importante

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*