AST, nota del sindacato europeo, i lavoratori non devono pagare

Acciaierie-TerniIl sindacato europeo IndustriAll ha scritot una nota in lingua inglese in merito alla vertenza AST ThyssenKrupp. Questo il titolo della nota: “Terni workers and local community should not have to pay the price of ill-advised decisions made by the EU Competition Authorities”.

Following the change of CEO in early July, the new management has announced the reduction of 550 workplaces in the steelworks, together with organisational changes at Acciai Speciali Terni (AST). This plan will directly affect the steel production, hot rolling departments and some ancillary services. Indirectly, it will have an impact on a number of other support functions and subcontractors.
IndustriAll Europe believes that the decision taken by ThyssenKrupp is totally unacceptable. It will jeopardise the industrial future of the biggest stainless steel producing site in the EU and will have drastic repercussions, both on direct and indirect employment.
The current situation at AST is the consequence of the failure of the industrial plan envisaged by the EU DG Competition, aimed at consolidating the European Stainless Steel sector. In the last three years, AST has been passed from pillar to post, first from Inoxum to the new company taking over the former ThyssenKrupp Stainless division, then to Outokumpu. After this period of instability, which had a dramatic effect on the economic results of the plant, AST has been handed back to ThyssenKrupp, which is now trying to reduce its production capacities, rather than develop the potential of the plant.
AST does not need more instability. What it does urgently need is an industrial plan which will give a new strategic perspective for the steel plant.
IndustriAll Europe urges ThyssenKrupp to withdraw its restructuring plan and engage in a constructive dialogue with the workers’ representatives, both at European and national level, as well as with the local and national authorities, in order to jointly develop a sustainable industrial plan for AST.
IndustriAll Europe also calls on the European Competition Authorities to take immediate and full responsibility for their decision and ensure the long term viability of AST in Europe.
Industrial policy and the reindustrialisation of Europe are amongst the flagship initiatives at the core of the EU 2020 strategy, for which a sustainable steel industry is essential.

 

[infobox color=”eg. light, green, blue, yellow, red”]Traduzione:

Lavoratori Terni e comunità locali non sono tenuti a pagare il prezzo delle decisioni sconsiderate da parte delle Autorità di concorrenza dell’UE
A seguito del cambiamento di CEO ai primi di luglio, il nuovo management ha annunciato la riduzione di 550 posti di lavoro nelle acciaierie, insieme a cambiamenti organizzativi presso Acciai Speciali Terni (AST). Questo piano interesserà direttamente la produzione di acciaio, reparti di laminazione a caldo e alcuni servizi accessori. Indirettamente, esso avrà un impatto su una serie di altre funzioni di supporto e subappaltatori.
IndustriALL Europa ritiene che la decisione presa dalla ThyssenKrupp è totalmente inaccettabile. Esso metterà in pericolo il futuro industriale del più grande sito Produrre acciaio inox in Europa e avrà ripercussioni drastiche, sia sull’occupazione diretta e indiretta.
La situazione attuale in AST è la conseguenza del fallimento del piano industriale previsto dalla DG Concorrenza dell’UE, volto a consolidare il settore europeo dell’acciaio inossidabile. Negli ultimi tre anni, AST è stato passato da un posto all’altro, prima dal Inoxum alla nuova società, che riprende la precedente divisione ThyssenKrupp Stainless, poi a Outokumpu. Dopo questo periodo di instabilità, che ha avuto un effetto drammatico sui risultati economici della pianta, AST è stata restituita alla ThyssenKrupp, che sta ora cercando di ridurre le sue capacità di produzione, piuttosto che sviluppare il potenziale della pianta.
AST non ha bisogno di maggiore instabilità. Ciò che fa urgente bisogno è un piano industriale che darà una nuova prospettiva strategica per l’acciaieria.
IndustriALL Europa sollecita ThyssenKrupp di ritirare il suo piano di ristrutturazione e di impegnarsi in un dialogo costruttivo con i rappresentanti dei lavoratori, sia a livello europeo e nazionale, nonché con le autorità locali e nazionali, al fine di sviluppare congiuntamente un piano industriale sostenibile per AST.
IndustriALL Europa invita inoltre le autorità europee della concorrenza ad assumersi la responsabilità immediata e completa per la loro decisione e garantire la redditività a lungo termine di AST in Europa.
Politica industriale e la reindustrializzazione dell’Europa sono tra le iniziative faro al centro della strategia Europa 2020, per i quali una industria siderurgica sostenibile è essenziale.[/infobox]

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*