Assisi e turismo, buon flusso

(UJ.com) ASSISI <!–webbot bot="Timestamp" S-Type="EDITED" S-Format="%d/%m/%Y" startspan –>19/08/2008<!–webbot bot="Timestamp" endspan i-checksum="12639" –> - Ancora una volta leggiamo sulla stampa, malgrado anche oggi ad Assisi ci sia un “buon numero di turisti”, con file automobili in ingresso, “cifre catastrofiche sul Turismo” riportando i dati di qualche “opinionista di turno”. Riteniamo che ci sia una differenza fra le sensazioni di ognuno di noi e i “dati reali” frutto di indagini e resoconti definitivi che tengano conto di tutto il comparto: alberghiero, extralberghiero e varie. Certamente le difficoltà <b>economiche</b> stanno incidendo sul turismo ma la “città d’arte”, tra cui Assisi, dovrebbero “reggere seppur con difficoltà” e, alla fine dell’anno, quando occorrerà fare i “conti reali”, la situazione dovrebbe essere soddisfacente (anche se siamo in presenza di un anno complesso). Ricordiamo ancora una volta che i prodotti turistici sono “molto fragili” e, quindi, diffondere sulla stampa “notizie catastrofiche”, ben oltre la realtà, significa creare una “comunicazione negativa aggiuntiva” che “lede ulteriormente le attività” (visto che tutto ciò che si scrive sui mezzi di comunicazione finisce nelle “reti telematiche globali”), incentivando ulteriormente al “non acquisto del prodotto turistico”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*