Arnesi per lo scasso, erano nascosti dentro un’auto rubata

Nella nottata di ieri i carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Perugia, durante l’espletamento di un servizio volto a contrastare la recrudescenza del fenomeno dei furti in abitazione, nel transitare in una via della periferia nord di Perugia, hanno notato un’autovettura di colore grigio con due persone a bordo, il cui conducente, alla vista della “gazzella”, si dava a precipitosa fuga per le strade adiacenti, accelerando proprio allo scopo di far perdere le proprie tracce.

Seppur inseguiti dai carabinieri, i due sospetti, dopo essere entrati all’interno di un piccolo parcheggio nascosto tra i palazzi, approfittando della notte, sono riusciti a dileguarsi abbandonando l’auto ancora in movimento per poi darsi alla fuga a piedi per le campagne circostanti.

I militari così hanno proceduto al controllo dell’autovettura abbandonata dai due malviventi con il motore ancora acceso che dalle successive verifiche è risultata rubata a Deruta a seguito di un furto in abitazione.

All’interno dell’autovettura i carabinieri hanno rinvenuto e sottoposto a sequestro alcuni arnesi per lo scasso, tra cui una tronchese, una mazza, una tenaglia da carpentiere, un martello cacciachiodi, uno scalpello, due cacciaviti e un piede di porco.

Da successive verifiche è emerso che tali attrezzi da scasso, di li a poco, sarebbero stati utilizzati dai due criminali per la commissione di furti o rapine in abitazione.

Sono tuttora in corso gli accertamenti volti all’identificazione dei due malviventi che nella nottata di ieri avrebbero potuto commettere tali reati, facilitati anche dai rilievi tecnici in fase di esecuzione sulle impronte lasciate dai due energumeni prima di fuggire.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*