ANCORA UN FINE SETTIMANA DEDICATO A FRANTOI APERTI

<p><img style="border: 1px solid black; margin-top: 1px; margin-bottom: 1px; float: right;" src="../../../MediaCenter/API/Risorse/StreamRisorsa.aspx?guid=8F5340E7-3A87-4B88-A9F5-903F80D23C51" border="0" />di <b>Danilo Nardoni </b>(UJ.com) TREVI - Ancora all’insegna dell’eccezionale olio nuovo extravergine Dop Umbria sarà il weekend che sta per iniziare. Due giorni (sabato 20 novembre e domenica 21 novembre) ricchissimi di appuntamenti per il quarto fine settimana organizzato per la lunga edizione di Frantoi Aperti, che andrà poi avanti ancora fino all’8 dicembre. Un percorso che condurrà gli appassionati dell’oro verde dell’Umbria ancora di frantoio in frantoio, di paese in paese, di borgo in borgo, attraverso eventi, concerti, spettacoli teatrali. E poi <b>tante </b>degustazioni nelle piazze e principalmente nei frantoi. Proseguono dunque le iniziative in alcuni comuni ad alta vocazione olivicola che aderiscono a “Frantoi Aperti”. Per il nuovo itinerario si può iniziare con il gustoso abbinamento olio-tartufo.</p>
<p> </p>
<p>A Valtopina, infatti, si svolge la “Mostra Mercato Nazionale del Tartufo e dei Prodotti Tipici”. Per due weekend (il prossimo è in programma il 27 e 28 novembre) si celebrano le trenta edizioni della Mostra, una delle più importanti a livello nazionale. La kermesse, inserita per il secondo anno anche all’interno di “Frantoi Aperti”, vedrà la partecipazione di oltre 70 selezionati espositori di prodotti tipici, tra cui naturalmente il tartufo la farà da padrone. Tra le iniziative previste: itinerari <b>guidati </b>da esperti tartufai alla ricerca del pregiato tubero, escursioni e passeggiate alla scoperta dei “gioielli” di un territorio inserito all’interno del Parco Regionale Naturalistico del Monte Subasio, degustazioni gratuite di tartufo (abbinato anche ad oli e vini umbri), ristorante con menu “a tutto tartufo” e piatti preparati dagli chef di “Umbria Golosa”.</p>
<p> </p>
<p>Completano il programma concerti, mostre e spettacoli teatrali. A Gualdo Cattaneo invece si svolge “Sapere di pane, sapore di olio - bianco e verde tra i castelli”, un evento per la divulgazione della cultura del Pane e dell’Olio e giunto alla sua seconda edizione ed inserito sempre all’interno del <b>programma </b>di Frantoi Aperti. Un cartellone ricco di iniziative che accoglierà i tanti turisti e buongustai pronti a scoprire il tesoro verde di Gualdo Cattaneo. L’olio nuovo e i frantoi gualdesi insieme allo splendido paesaggio, ai suggestivi borghi medievali e ai prodotti della tradizione contadina saranno protagonisti assoluti di un viaggio itinerante in cui riscoprire sapori, gusti e costumi di un tempo passato. In evidenza ancora alcuni momenti di animazione per i bambini (6-12 anni), con la raccolta delle olive e giochi negli oliveti presso il Frantoio</p>
<p> </p>
<p>Rinalducci di Pozzo. “L’olio dei bambini”, infatti, è una delle iniziative che ricorre spesso in questi weekend di Frantoi Aperti e che si caratterizza in giornate a partecipazione gratuita con i bambini in totale immersione nella cultura dell’olio - dall’uliveto al frantoio - nel pieno rispetto delle tradizioni <b>locali</b>. Anche la città di Spoleto sarà tra le protagoniste di questa nuova due giorni di appuntamenti targata Frantoi Aperti. Al Complesso di San Nicolò, il centro principale degli eventi, si svolgeranno dalla mattina alla sera degustazioni guidate di olio, convegni, concerti, spettacoli. È anche previsto per sabato 21 novembre un servizio navetta gratuito per fare un giro nei frantoi del territorio: al Frantoio del Poggiolo ci sarà visita e degustazione gratuita di olio nuovo con bruschette e vino; al Frantoio Feliziani ci sarà naturalmente visita e degustazione gratuita di olio nuovo ed anche bruschette, zuppe e vino.</p>
<p> </p>
<p>Il bus navetta gratuito partirà da Piazza Carducci (ore 12 e ore 16). Sarà ricco di iniziative originali anche il cartellone di “ASSAGGI DI RASSEGNA”, la sezione artistica di Frantoi Aperti (direzione e organizzazione a cura di Fontemaggiore Teatro Stabile di Innovazione in collaborazione con il Teatro Stabile dell’Umbria) con musica, teatro, danza e altri incontri straordinari nei luoghi dell'olio nuovo. Questi itinerari culturali, tutti sempre ad ingresso gratuito e previsti nei comuni e nei frantoi aderenti, affiancano alla conoscenza e alla degustazione dell’olio umbro, <b>momenti </b>di cultura e di spettacolo in grado di coinvolgere un pubblico variegato amante sì della buona tavola, ma anche dell’arte e del bello. Sabato 20 novembre alle ore 17.30, nei locali della Mostra del Tartufo di Valtopina faranno irruzione tre bravissimi clown-giocolieri-acrobati-musicisti, che daranno vita ad uno spettacolo travolgente per adulti e bambini, condito da gag divertentissime e scandito dalla musica che non si interrompe "quasi" mai, nemmeno durante le acrobazie più impensabili. Nato come spettacolo di strada,</p>
<p> </p>
<p>“Clown in libertà”, questo il nome dello spettacolo, ha vinto negli anni numerosissimi premi. Domenica 21 novembre alle ore 18 a Gualdo Cattaneo si svolgerà invece “P.S Martina La Ragione”, uno spettacolo della compagnia Deja Donnè. Martina La Ragione è una delle protagoniste dello spettacolo A Glimpse of Hope, una produzione della compagnia Deja Donnè. La scelta di <b>creare </b>un ritratto su di lei è stata dettata dalle grandi capacità interpretative e performative che la danzatrice ha saputo rivelare. Saranno la sua storia, la sua vita ad essere raccontate, partendo fin dagli inizi. La giornata si chiuderà alle ore 21 a Grutti di San Terenziano, presso la Sala parrocchiale, con lo spettacolo “Ma…donna”, di Uthopia teatro con la giovane attrice umbra Caterina Fiocchetti. Si tratta di un viaggio nella vita delle campagne umbre di una volta attraverso i racconti di Rina Gatti, donna normale e straordinaria in cui è facile ritrovare le nostre nonne, zie, mamme. Appuntamento emozionante e particolarissimo invece a Spoleto, dove nel complesso di San Nicolò sarà allestito uno spettacolo</p>
<p> </p>
<p>ormai storico: “Teatro da mangiare?” del Teatro delle Ariette, è un evento che coniuga cibo e teatro (sabato 20 novembre alle 21 e domenica 21 novembre alle 13, prenotazione obbligatoria al 347 6079410). Attorno ad un tavolo, 26 spettatori-commensali partecipano ad una cena, o pranzo, preparato davanti ai loro occhi e servito da tre contadini-attori. Continuano ad arrivare in tavola le portate, ma c'è qualcosa che rallenta sempre di più il nostro pasto, perché i protagonisti <b>rapiscono </b>sempre più e prendendo alla radice dell'emozione. Sempre a Spoleto, domenica 21 novembre alle ore 17.00 presso la Biblioteca Comunale, si terrà il concerto de I Solisti di Perugia. Questo eccellente complesso d’archi, consolidata realtà nel panorama musicale internazionale, si cimenterà con un repertorio di “passioni romantiche” con l’esecuzione di opere di Rossini, Bruch e Grieg. Dal tardo pomeriggio, infine, per le vie del centro storico di Spoleto si potrà assistere alle “Poesie a gettone” del “Juke-Box Letterario”</p>
<p> </p>
<p>a cura della compagnia Deja Donnè. Lo slogan è “Fatti una poesia!”. L’idea è tanto semplice quanto geniale: recitare poesie a richiesta, per pochi spettatori - al massimo quattro - che possono scegliere tra circa cinquecento poesie. Naturalmente, oltre alle iniziative nei comuni, per questo quarto weekend di appuntamenti con Frantoi Aperti i tanti frantoi aderenti saranno nuovamente aperti per visite guidate e degustazioni di olio e prodotti tipici. Sarà ancora possibile, inoltre, la raccolta olive su prenotazione presso l’Oleificio Riccardo Prudenzi di Monteleone di Orvieto (Tel 075 5055398 - 328 8988124) e il Frantoio Berti di Olmo di Perugia (Tel 075 5178992 - 335 7755837). FRANTOI ADERENTI Frantoio Oleario Bartolini Emilio &amp; C. (Arrone), Le Vecchie Macine (Assisi), Azienda agricola Mannelli Giulio (Bettona), Az. Agraria <b>Marfuga </b>(Campello sul Clitunno), Frantoio Oleario Eredi Gradassi Andrea (Campello sul Clitunno), Frantoio Settimi Franco (Castel Ritaldi), Cooperativa Oleificio Pozzuolese (Castiglione del Lago), Olio Il Castello (Foligno), Az. Agr. Tini e del Sero (Giano dell’Umbria), Frantoio Flamini di Sabatino Flamini (Giano dell’Umbria), Frantoio Speranza di Massucci Valeria</p>
<p> </p>
<p>(Giano dell’Umbria), Frantoio Eredi Del Sero Enrico (Giano dell’Umbria), Az. Agraria Bacci Noemio (Gualdo Cattaneo), Frantoio Rinalducci (Gualdo Cattaneo), Coop. Oleificio Coltivatori Diretti di Guardea (Guardea), Oleificio Cooperativo “Il Progresso” (Isola Polvese), Frantoio Mancianti (Magione), Al <b>Vecchio </b>Frantoio F.lli Bartolomei (Montecchio), Oleificio Riccardo Prudenzi (Monteleone di Orvieto), Frantoio Berti (Perugia), Frantoio di Spello uccd (Spello), Frantoio Ragani (Spello), Frantoio Feliziani Emilio (Spoleto), Monini Frantoio del Poggiolo (Spoleto), Frantoio Gaudenti (Trevi), Società Agricola Semplice Checcarelli (Trevi), Società Agricola Trevi Il Frantoio (Trevi), Uliveti DITrevi (Trevi), Frantoio Lucentini Lorenzo (Trevi).</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*