A HERAT VERSATO SANGUE UMBRO: LA FAMIGLIA DEL MILITARE UCCISO E' ORIGINARIA DI TERNI

<p>
<title>HTML clipboard</title>
post <b>M. Zingales</b> UJcom2.0 <a target="_blank" title="Scrivi a Morena Zingales" href="mailto:morenazingales@gmail.com"><b>@</b></a> (UJ.com) TERNI - E’ un dolore particolare quello della gente di Terni per l’ultima strage di militari italiani ad Herat. Particolare perché la famiglia del sottufficiale Mauro Gigli era originaria proprio di Terni. Il papà e la mamma del militare avevano lasciato l’Umbria permotivi di lavoro spostandosi prima a Sassari (dove era nato Mauro) e poi a Occhiobello di Rovigo (dove vivono ancora). I due genitori e la sorella non hanno voluto incontrare nessuno, chiudendosi nel loro dolore. La moglie e il figlio (che ha 19 anni) ieri sono partiti da Villar Perosa, dove abitano, per raggiungere Roma, in compagnia del cappellano militare della Taurinense. La famiglia ha deciso che Mauro Gigli riposerà a Villar Perosa, in una tomba vicina a quella degli Agnelli. E intanto Cristina Buonacucina, il militare di Foligno, ferita anche lei in Afghanistan, che conosceva le due vittime, ha mandato loro (e ai suoi commilitoni) un messaggio via Facebook.</p>

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*