La XXXVII Rassegna Internazionale del Folklore da domenica a Castiglione del Lago

Rassegna Folklore 2014 (taglio)(umbriajournal.com by AKR) – CASTIGLIONE DEL LAGO – Torna a Castiglione del Lago la Rassegna Internazionale del Folklore. Ideata nel 1978 dal Gruppo Folkloristico Agilla e Trasimeno in collaborazione con Il Comune di Castiglione del Lago e con l’Azienda di Promozione Turistica del Trasimeno, la rassegna taglia quest’anno il traguardo della XXXVII edizione e sarà, come sempre, all’insegna della cultura internazionale e grande strumento di promozione del territorio nel mondo.

Tutto è basato sulla formula dello “scambio culturale” tra gruppi folcloristici, scambio che favorisce la conoscenza delle tradizioni e della cultura popolare di diversi Paesi. Gli spettacoli si tengono, come vuole la tradizione, nel suggestivo scenario del Teatro della Rocca. Il festival negli anni ha acquisito grande fama anche in virtù della formula originale e della sempre elevata qualità degli spettacoli, ritagliandosi il ruolo di principale manifestazione del genere in Umbria e tra le più importanti in Italia: in 36 anni oltre 310 gruppi provenienti da ogni parte del mondo sono giunti a Castiglione del Lago, testimoni del loro territorio e delle rispettive tradizioni.

Oltre alle serate a Castiglione del Lago, i gruppi presentano degli spettacoli itineranti in Umbria e Toscana, esibendosi anche nei piccoli borghi. «La sinergia con l’amministrazione comunale – spiegano gli organizzatori – e il lavoro di volontariato dei componenti del gruppo, permette di organizzare questa importante manifestazione. Crediamo molto nelle finalità di questo evento sia come valorizzazione del nostro territorio che per i sentimenti di fratellanza e collaborazione che instaura tra i diversi Paesi. Il gruppo Agilla e Trasimeno è stato uno dei primi a promuovere Castiglione del Lago e il Trasimeno fuori dai confini nazionali». La rassegna internazionale del folklore di Castiglione del Lago, è inserita e riconosciuta dal CIOFF Italia (Conseil International des Organisations de Festival de Folklore et Arts Traditionnels). Nell’ambito delle celebrazioni per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ha conferito, in data 17 marzo 2011, alla presidenza del CIOFF Italia, l’ambito attestato di “Riconoscimento di Interesse Nazionale”. La manifestazione è riconosciuta dall’Unesco per la conservazione e la salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale. La rassegna 2014 è organizzata in due serate, il 3 e del 15 agosto in programma al Teatro della Rocca Medievale e sarà inaugurata la mattina di domenica 3 con il ricevimento dei gruppi dalle autorità locali, la sfilata e una breve esibizione per le vie del paese, per poi tornare la sera con il primo spettacolo. Ad aprire e chiudere ogni appuntamento sarà come la tradizione, l’esibizione del gruppo folkloristico di casa, “Agilla e Trasimeno”. Anche quest’anno, dopo il grande successo 2013, verrà riproposta l’iniziativa “A cena con il folklore: danze e sapori dal mondo” una cena con piatti tipici polacchi, turchi, cileni e italiani che si svolgerà il 3 agosto alle ore 19 all’interno del Teatro della Rocca: la prenotazione è obbligatoria e il biglietto comprende anche l’ingresso per lo spettacolo della sera.

Il gruppo Nowa Huta di Cracovia
Il gruppo Nowa Huta di Cracovia

Tutto è pronto quindi per la prima giornata di domenica 3 agosto nella quale si esibiranno, oltre al gruppo folkloristico “Agilla e Trasimeno”, l’“Instanbul Folklor Birligi Genclik ve Spor Kulubu Dernigi” di Istanbul (Turchia), il “Son and Dance Ansemble Nova Huta” di Cracovia (Polonia), il Gruppo folkloristico ” Conjunto Folclórico Integración Uta (Cinut)” di Villa Pedro Lagos, Arica (Cile). Venerdì 15 agosto si esibirà il gruppo “Kud Oton Zupanicic” di Artice (Slovenia), il Dance Academy “Chamupathy” di Colombo (Sri Lanka) e l’Ensemble de Dance “Radost” di Brest (Bielorussia)”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*