Vittorio Sgarbi parla di ‘Arte e follia’ al Maurizio Costanzo show

Arte e follia, Antonio Ligabue - Pietro Ghizzardi

L’esposizione di Antonio Ligabue e Pietro Ghizzardi nominata nel programma di Rete 4 – Domenica 29 maggio il critico ha invitato il pubblico a visitare la mostra di Gualdo Tadino

(umbriajournal by Avi News) – PERUGIA Riflettori accesi sulla mostra ‘Arte e Follia. Antonio Ligabue – Pietro Ghizzardi’ di Gualdo Tadino. Infatti, a poco più di un mese dall’inaugurazione il suo curatore, Vittorio Sgarbi, agganciandosi al concetto di follia, cita l’esposizione nel corso del ‘Maurizio Costanzo Show’. Domenica 29 maggio, durante la trasmissione in onda su Rete 4, il critico d’arte ha così invitato il pubblico a recarsi a Gualdo Tadino per visitare la mostra, allestita nella Chiesa monumentale di San Francesco e organizzata da Augusto Agosta Tota con la consulenza scientifica del Centro Studi e Archivio Antonio Ligabue di Parma. Un importante vetrina per l’evento che finora ha registrato una notevole partecipazione di pubblico. Coordinata da Catia Monacelli, direttore del Polo museale di Gualdo Tadino, promotore dell’evento insieme ad amministrazione comunale cittadina, Regione Umbria e Fondazione Cassa di risparmio di Perugia, la mostra presenta al grande pubblico 54 opere di Antonio Ligabue e 24 di Pietro Ghizzardi, due straordinari protagonisti italiani dell’arte della seconda metà del XX secolo, messi a confronto per individuarne le caratteristiche peculiari, godere della loro genialità emozionante e dell’originale linguaggio pittorico. L’esposizione sarà visitabile fino al 30 ottobre, dal martedì alla domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Cristina Biondi

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*