Vita d’arte: il collezionismo contemporaneo a Palazzo della Penna

Vita d’arte: il collezionismo contemporaneo a Palazzo della Penna

L’associazione Ekphrasis. Cenacolo d’Arte, in collaborazione con il Comune di Perugia, Assessorato alla Cultura, Turismo e Università, presenta Vita d’Arte: il Collezionismo contemporaneo, un ciclo di dibattiti incentrati sul tema del collezionismo osservato da diversi punti di vista: quello del collezionista, dell’artista e del critico e storico dell’arte. Dopo il successo del primo appuntamento, che ha visto protagonista Pietro Caccia Dominioni, nipote di Giuseppe Panza, domani, giovedì 29 ottobre, alle ore 17.00, a Palazzo della Penna (Via Podiani, 11), si torna a parlare di collezionismo con Pino Pinelli, noto artista di origini siciliane, e con il critico Giorgio Bonomi, curatore ed estensore di fondamentali testi critici sull’artista.

Il ciclo di conferenze, curato da Giorgio Bonomi e da Michela Morelli, intende approfondire, tramite il dibattito, il fulcro della mostra La percezione del Futuro. La collezione Panza a Perugia, da individuarsi nell’intensa attività del collezionista Giuseppe Panza di Biumo e di sua moglie Rosa Giovanna Magnifico che, tra il 1956 e il 2010, hanno raccolto oltre duemilacinquecento lavori firmati dai maggiori autori della scena americana ed europea del secondo Novecento.

COSA RACCHIUDE LA MOSTRA

La mostra, infatti, racchiude una selezione di opere, per la precisione novantuno, fra pitture, sculture e istallazioni di piccole e di grandi dimensioni, scelte ad hoc per ciascuno spazio, in modo tale da riproporre al visitatore un itinerario di visita che evidenzi i principali gruppi tematici in cui si suddivide la Collezione Panza: Minimal Art, Arte concettuale, Arte ambientale o Arte della Percezione, Forma vitale, Pittura Monocromatica e Neo Pop. Le opere in mostra vengono in Umbria per la prima volta e la maggior parte di esse non sono mai state esposte, attribuendo così a Perugia un richiamo di assoluto interesse, come ha dimostrato l’alto numero di visitatori stranieri. Fra gli artisti, numerosi nomi illustri come Dan Flavin, Richard Long, Robert Ryman, Ettore Spalletti, Stuart Arends, Lawrence Weiner, Richard Nonas, Joseph Kosuth, Phil Sims e Jan Dibbets.

Questi tre incontri intendono, quindi, esplorare i motivi che muovono il collezionismo, la sua più recente storia e lo stato attuale del fenomeno in Italia. Inoltre, si presterà particolare attenzione ad approfondire temi legati ai meccanismi emozionali, culturali e storici che innescano la presenza dell’arte nella vita e alle ragioni di chi colleziona e di chi “viene collezionato”.

Il prossimo appuntamento è fissato per martedì 3 novembre, ore 17.00: Giorgio Bonomi, storico e critico d’arte, concluderà il ciclo di conferenze parlando degli aspetti che riguardano sia il collezionismo che la fruizione e recezione dei motivi estetici contemporanei.

Nel corso degli incontri, gli allievi del Conservatorio “F. Morlacchi” di Perugia si esibiranno con brani di musica del ‘900.

Ingresso libero fino a esaurimento posti

Info: tel. 075 5772552 / info.cultura@comune.perugia.it / http://turismo.comune.perugia.it

tel. 328 5424764 / momiche@live.it /www.ekphrasis.it

Vita d’arte

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*