Villa Fidelia – L’intero complesso scelto dall’AIAPP come sito ‘superstar’ dell’Umbria

villa-fidelia-spello_web8001(UJ.com) SPELLO – Il giardino di Villa Fidelia di Spello, con il complesso del santuario e il paesaggio delle centuriazioni, è l’unico sito scelto per l’Umbria dall’’Associazione Italiana di Architettura del Paesaggio (AIAPP) promotrice dell’evento “Giardini e paesaggi aperti”. A due anni dal successo di “Giardini aperti”, proposto per celebrare i 60 anni dalla fondazione di AIAPP ed il centenario della nascita di Piero Porcinai, l’AIAPP promuove questo nuovo appuntamento di rilevanza nazionale, fissato per oggi e domani. Il tema scelto per l’edizione 2013 è, appunto, Paesaggi e Archeologie. AIAPP ha selezionato sul territorio italiano cento luoghi in cui le risorse archeologiche e paesaggistiche vivono in simbiosi, paesaggi straordinari o quotidiani che potranno essere esplorati per l’occasione attraverso una lettura inconsueta e interdisciplinare. Sarà possibile, così, visitare Villa Fidelia nel pomeriggio di sabato 13 aprile, ad iniziare dalle 16,00 sotto la guida di paesaggisti soci aiapp, archeologi, naturalisti e storici. Questa mattina, proprio nella suggestiva cornice della villa del XVI secolo, è stata presentata alla stampa l’iniziativa alla presenza dell’assessore alla Cultura della Provincia di Perugia, Donatella Porzi, del sindaco di Spello Sandro Vitali, l’architetto Andrea Pochini e la dottoressa Enrica Bizzarri dell’AIAPP. “Iniziative come quella che stiamo presentando oggi – ha detto Porzi – sono da stimolo ad andare avanti nella promozione di questo luogo, anche se nel corso degli anni abbiamo riscontrato difficoltà per far partecipare gente e far fruire questo splendido luogo, anche da parte degli spellani stessi. È ovvio – ha aggiunto l’assessore – che se le programmazioni fin qui proposte non sono state apprezzate appieno siamo sempre disponibili a rivederle, ma lo sforzo di tenere questa villa aperta da parte della nostra amministrazione è notevole”. Su questo aspetto, anche il sindaco della città non ha potuto che avallare le parole dell’assessore, affermando a sua volta che “Villa Fidelia deve essere aperta a tutti, facendola percepire maggiormente alla popolazione”. “Scopo di iniziative come quella promossa dall’AIAPP è avvicinare il più possibile persone a questi luoghi – ha sottolineato Bizzarri – per far sentire questi beni patrimonio di tutti, evidenziando lo stato emozionale che certi siti suscitano in modo da farli percepire come vicini”. L’architetto Bizzarri nel suo intervento ha fatto un excursus dell’associazione sottolineandone la mission e l’importanza che essa ha rivestito, tra le altre cose, nel far riconoscere la professione di architetto del paesaggio. Ricordiamo che l‘architettura del paesaggio è la disciplina che si occupa della progettazione degli spazi aperti. I paesaggisti sono esperti la cui preparazione spazia dall’architettura all’agronomia, dalla storia dell’arte alla botanica e che riassumono in un’unica figura professionale competenze disciplinari diverse. Un’occasione quindi, anche per incontrare i soci Aiapp attivi in Umbria, che operano nell’ambito della progettazione, dalla piccola scala del giardino a quelle più vaste del parco e del paesaggio. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Perugia, proprietaria del sito, e dal Comune di Spello, nel cui territorio Villa Fidelia è situata.

I siti visitabili e le modalità di prenotazione sono consultabili sul sito: www.aiapp.net.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*