VENERDI’ AL VIA FARENIGHT 2013, UN MESE E MEZZO DI SPETTACOLI

Perugia(umbriajournal.com) PERUGIA – Ventisei luglio – quindici settembre: un mese e mezzo di spettacoli nel centro storico e non solo (Eccentrica cultura è il titolo della rassegna che si svolge fuori dall’ acropoli). Teatro, musica, cinema, letteratura, arte, conferenze, danza, tradizioni popolari, dj set, gastronomia: 139 eventi per rendere più confortevoli a turisti e cittadini le calde serate di Perugia. Costo complessivo: 180 mila Euro quasi tutti coperti dagli sponsor.

Oggi il cartellone di Farenight 2013 è stato illustrato a Palazzo dei Priori dal sindaco Wladimiro Boccali e dall’ assessore alla cultura Andrea Cernicchi. Presenti anche molti degli operatori che hanno contribuito alla costruzione del programma e rappresentanti delle aziende che lo hanno finanziato.

Farenight è il contenitore estivo per eccellenza, al quale il Comune, con il ruolo di promotore e coordinatore, chiama a partecipare attivamente istituzioni, associazioni culturali, gruppi teatrali e musicali, persone di cultura che hanno idee da proporre per allestire una manifestazione di qualità e nello stesso tempo divertente. Difficile che non si riesca trovare, in una offerta così corposa e variegata, spettacoli che con corrispondano ai propri gusti.

Preceduta (Umbria Jazz) e seguita (Sagra musicale umbra) da grandi manifestazioni che rappresentano il tratto internazionale della vita culturale perugina, Farenight è invece l’ espressione privilegiata dei fermenti “interni” della città, di quel ricchissimo e diffuso patrimonio di associazionismo culturale che contribuisce con il suo attivismo alla qualità della vita di Perugia.

Altrettanto importanti sono il contributo ed il sostegno finanziario di una serie di aziende che rendono possibile la realizzazione di una rassegna di questo livello e che, in alcuni casi, sono impegnate da tempo nella promozione della cultura a Perugia.

IL SINDACO BOCCALI: “Archiviata una edizione di successo di Umbria Jazz, la città continua ed essere meta di turisti. Una città molto migliorata rispetto a qualche tempo fa, e questo si deve anche alla qualità della sua vita culturale. Perciò bisogna ringraziare da un lato quel ricchissimo patrimonio che è l’ associazionismo, e dall’altro le aziende che lo sostengono. Crediamo di aver saputo declinare il rapporto pubblico-privato con trasparenza ed in modo innovativo nell’ interesse comune, come non sempre avviene in Italia. Il mondo va avanti e una visione contemplativa è dannosa per la città. Interpretiamo le dinamiche di cambiamento con la parte più attiva dell’ imprenditoria e dell’ associazionismo culturale cittadino. Ci prepariamo così al 2019 che deve essere l’ anno della cultura italiana, di cui una città sarà la capofila, e noi speriamo che sia Perugia”.

L’ ASSESSORE CERNICCHI: “Farenight è una manifestazione che nasce da un grande lavoro di equipe. E’ stata completamente riorganizzata, nei metodi, rispetto alle passate edizioni dell’ estate perugina, e questo è stato reso possibile dalle sinergie create con operatori culturali e aziende sostenitrici. A Perugia, al contrario di quanto è accaduto altrove, di fronte alla crisi ci siamo stretti attorno ad un progetto, invece di disunirci. Per scaramanzia, dico che questa edizione, la nona, è l’ ultima che presento. Anticipo che il 31 dicembre ritornerà lo spettacolo la notte di Capodanno con due palchi, in Piazza della Repubblica e Piazza Matteotti”.

IL PROGRAMMA

Farenight è divisibile per sezioni, per rassegne e/o per location, perché di fatto si crea un sinergico intreccio tra luoghi e spettacoli. Si comincia il 26 luglio (venerdì prossimo) con la Mezzanotte bianca – Aspettando Farenight, itinerario culturale e conviviale tra San Pietro e Sant’Ercolano che avrà anche al suo interno momenti legati alla solidarietà, e si continuerà tutti i giorni fino a metà settembre. Il clou come al solito sarà la notte di San Lorenzo, il 10 Agosto, per il concerto di Piazza IV Novembre. L’ anno scorso la star fu Francesco De Gregori, quest’anno è la volta di Max Gazzè.

Tra le proposte, una sottolineatura per il ciclo di Musica dal mondo, il Festival internazionale laurenzano d’organo in Cattedrale, la ventiseiesima edizione del Festival internazionale delle figure animate (22-25 agosto), i due concerti dei Solisti di Perugia nella Basilica di San Pietro (con ospiti importanti due pianisti), l’ esordio del Trio del Donca (Fausta Bennati, Leandro Corbucci e Gianfranco Zampetti), .

Ormai storiche sono da considerare le rassegne Il Teatro del Drago e Voci ‘e notti, nella terrazza del Lilli (letture a cura di personalità cittadine dei più svariati campi). Da segnalare l’ action mob creato dagli studenti dell’ Università per stranieri in Piazza IV Novembre, e va ricordato anche che restano aperte le due mostre “L’arte è un romanzo” a Palazzo della Penna (per la quale sono previste visite guidate gratuite), e “Volti dall’ Umbria e dall’ Europa” (le fotografie di Sandro Becchetti) nella Sala Podiani della Galleria Nazionale dell’ Umbria.

Un ruolo a parte infine per Palazzo della Penna-Centro di cultura contemporanea, che si pone all’ interno del cartellone di Farenight con una sua precisa identità, in quanto sede di una articolata programmazione di eventi di arte, letteratura, danza, teatro, musica, ma anche occasione per incursioni nella gastronomia di qualità.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*