Valorizzazione beni e attività culturali seminario a Villa Umbra

Valorizzazione beni e attività culturali seminario a Villa Umbra

Valorizzazione beni e attività culturali seminario a Villa Umbra

La Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica ha organizzato, per martedì 6 ottobre, alle ore 9, a Villa Umbra di Pila, un seminario per approfondire le tematiche legate alla valorizzazione dei beni e attività culturali in Umbria, tenendo anche conto di come la Chiesa umbra si stia preparando al Giubileo straordinario della Misericordia, che sarà aperto da Sua Santità Papa Francesco nel prossimo mese di dicembre.

“Riteniamo molto importante, soprattutto per la nostra regione, la valorizzazione dei beni culturali – sottolinea Alberto Naticchioni, amministratore unico della Scuola -. Seguendo questa concetto è stata organizzata questa giornata formativa, che fa seguito al Corso, svolto il passato anno, dal titolo “Corso di alta formazione in valorizzazione e gestione dei beni culturali: verso la capitale europea della cultura”. La Scuola, conclude Naticchioni, sta inoltre valutando, visto l’interesse e l’importanza dell’argomento, la possibilità di proporre un nuovo corso di alta formazione per il 2016″.

Il corso di martedì è rivolto a tutti coloro che operano nell’ambito dei beni e delle attività culturali appartenenti al settore pubblico, a quello non profit e a quello privato.

I temi sono trattati in base ad un approccio “applicato”, avendo come riferimento la complessa realtà in cui gli operatori svolgono i loro compiti, un lavoro reso sempre più difficile dai recenti e repentini stravolgimenti politici, sociali, giuridici, istituzionali, economici e finanziari. Le problematiche viste dal basso, sono poi filtrate dalla vasta conoscenza scientifica acquisita negli ultimi 25 anni con l’obiettivo di non perdere la visione d’insieme, di riconoscere, tra le tante ipotesi, una strategia locale e territoriale, perché è su questo piano, quello della collettività e dei cittadini, da un lato, e quello del patrimonio diffuso dall’altro, che si rinnova la sfida italiana della conservazione e della valorizzazione.


Il relatore della giornata – Alessandro Ferdinando Leon, Presidente del “Centro di Ricerche e Studi sui Problemi del Lavoro, dell’Economia e dello Sviluppo”, Roma – tratterà il tema delle imprese culturali e creative; accenni ad argomenti di teoria utili per gestire beni culturali nella pratica quotidiana; modelli gestionali a confronto; le politiche di spesa pubblica, le politiche fiscali, le fondazioni bancarie, l’UE; risorse finanziarie per la componente statale; risorse pubbliche in conto capitale e in aiuti alle imprese per tramite di fondi strutturali.

Nel pomeriggio interverranno: Mons. Paolo Giulietti, Vescovo ausiliare della Arcidiocesi di Perugia – Città della Pieve; Giovanna Giubbini, Direttore dell’Archivio di Stato di Perugia e separate Sezioni di Assisi, Foligno, Gubbio e Spoleto; Antonella Pinna, Dirigente Regione Umbria – Servizio Musei e soprintendenza ai beni librari; Baldissera Di Mauro, Dirigente Regione Umbria – Servizio Valorizzazione delle risorse culturali e sportive; Chiara Basta, Museo del Capitolo della Cattedrale di Perugia.

beni e attività culturali

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*