“Todi Appy Days” Presidente Marin:”Nuove tecnologie per cittadini partecipi, l’Umbria dà l’esempio”

TODI – “Il mondo delle ‘app’ rappresenta il tempo contemporaneo e quello futuro. Una realtà che modifica enormemente la vita delle persone, ma anche di tutta la pubblica amministrazione”. È quanto affermato dalla presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, intervenuta questa mattina a Todi, all’inaugurazione di “Todi appy days”, l’originale evento – tra i primi in Italia – dedicato al mondo delle ‘app’, che si svolge nella città umbra fino a domenica 28 settembre.

  Per la presidente Marini, “queste nuove tecnologie digitali offrono la straordinaria possibilità di diffondere la conoscenza, aiutando quindi i cittadini ad essere sempre più ‘cittadini partecipi’”.

“Ciò che però dobbiamo evitare – ha aggiunto Marini – è che da questa conoscenza e da questa tecnologia possano restare escluse fasce di popolazione. Non a caso, infatti, la stessa Unione Europea chiede a noi rappresentanti della pubblica amministrazione di mettere in atto iniziative che evitino quanto più possibile l’insorgere del divario digitale e, là dove presente, lo riducano. Come Regione abbiamo investito molto in questa ‘rivoluzione’ e continueremo a farlo”.

 “Mi fa quindi molto piacere – ha proseguito la presidente – che sia proprio l’Umbria, terra che nell’immaginario collettivo tende – anche giustamente – ad essere rappresentata come un luogo ambientalmente suggestivo, dove la vita ha ritmi ‘slow’ dunque apparentemente poco disponibile a processi di innovazione, ad ospitare un evento dedicato invece a tecnologie innovative e ‘fast’. In realtà, invece, proprio in Umbria sia nel mondo delle imprese, come della pubblica amministrazione, questa innovazione è piuttosto radicata”.

La presidente Marini ha infatti ricordato come la Regione Umbria sia stato “il primo ente regionale a scegliere per la promozione e comunicazione istituzionale l’applicazione mobile, sia nell’ambito della promozione turistica, che della sanità e dei trasporti”, e in questi mesi sono stati quasi 90mila i “download”  relativi alle diverse ‘app’ realizzate dalla Regione.

fa

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*