TERRITORIO ZERO “Verso una società a emissioni zero, rifiuti zero e chilometro zero”.Spoleto -Domenica 28 Luglio ore 12.00 – Rocca Albornoziana

CONSOLI(umbriajournal.com) Spoleto -Il libro/manifesto Territorio Zero sarà presentato domenica 28 luglio alle ore 12.00, in occasione di “Libri all’Orizzonte – Fiera del Libro di Spoleto” che si svolgerà nella cittadina umbra dal 26 al 28 luglio negli spazi della Rocca Albornoziana. Giunta quest’anno alla sua II edizione la manifestazione proporrà un ricco calendario di eventi culturali, al centro del quale i libri e molteplici protagonisti provenienti dal panorama editoriale, culturale e politico italiano.

Territorio zero è stato scritto da Angelo Consoli e Livio de Santoli (pubblicato dalla Minimum Fax), che davanti alla crisi irreversibile della civiltà del petrolio, indica l’uscita di una nuova idea di società in cui l’entropia fisica e sociale (inquinamento, cambiamento climatico, devastazione del territorio, crisi economica, disoccupazione disgregazione sociale) viene progressivamente ridotta a zero.

L’attuale crisi strutturale della seconda rivoluzione industriale travolge non solo l’infrastruttura energetica mondiale ma anche la logistica della grande distribuzione commerciale, la sovranità alimentare, le dinamiche di funzionamento dei mercati finanziari internazionali, e la nostra stessa idea di società. Entra in crisi un modello economico che ha governato il mondo per gli ultimi 200 anni, fondato sull’idea, rivelatasi tragicamente sbagliata, che le fonti fossili fossero inesauribili e le risorse materiali infinite.

In questo contesto è necessario interrogarsi sulla esistenza di modelli alternativi validi e rapidamente applicabili in modo uniforme sia nel mondo occidentale che nei paesi in via di sviluppo. Secondo Angelo Consoli e Livio de Santoli la risposta esiste e sta nell’adozione di modelli economici ed energetici che rispettino le leggi della termodinamica solare e la capacità delle risorse naturali di rigenerarsi. Questi modelli sono ad alta intensità di lavoro e generano “neo crescita” (= PIL distribuito anziché concentrato in grandi ricchezze). E soprattutto rimettono in gioco l’economia locale di filiera corta, i comuni, le PMI, i cittadini.

Tre grandi pensatori del nostro tempo hanno delineato questa nuova visione olistica ciascuno nel proprio campo, Jeremy Rifkin per una energia a emissioni zero e un mondo post carbon, Carlo Petrini per una agricoltura a chilometro zero e il ritorno alla sovranità alimentare del territorio, Paul Connett per un modello di consumi a rifiuti zero senza discariche e inceneritori. Territorio Zero porta a sinergia queste tre grandi visioni in un programma politico amministrativo direttamente realizzabile sul territorio da amministrazioni virtuose. Per maggiori dettagli vedasi in coda al documento.

Il libro comprende anche una parte monografica con saggi dai suoi ispiratori e anche dall’economista Alessandro Politi inventore del concetto di “neocrescita”, del blogger e scrittore “Sergio Di Cori Modigliani”, italo argentino e membro per la commissione Kirchner di revisione del debito in Argentina, e Eric Toussaint, professore belga fondatore della CADTM (Commissione per l’annullamento del Debito del Terzo Mondo) e membro delle Commissione del Presidente Correa per la revisione del debito dell’Ecuador, e teorico del concetto di “debito immorale”.

In allegato la cartella stampa corredata di immagini

Antonella Fabrizio e Ilaria Bellini

Ufficio Stampa Fiera del Libro di Spoleto

Tel. 340/4020739 – +39 334 9796339

www.librizllorizzonte.com

rpesterne@libriallorizzonte.com

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*