FINALE DEL PREMIO SCENARIO

Citta`_giardino_low(UJ.com3.0) PERUGIA – Si svolgerà a Perugia, lunedì 25, martedì 26 e mercoledì 27 marzo, la seconda Tappa di Selezione della 14ª edizione del Premio Scenario, promossa e realizzata dall’Associazione Scenario, con il contributo di MIBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali e con la collaborazione di Fontemaggiore Teatro Stabile di Innovazione di Perugia. Collegato organicamente al Premio Scenario, il Premio Scenario per Ustica, che si rivolge a nuovi lavori dedicati alle tematiche dell’impegno civile e della memoria, è promosso dall’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica e dall’Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna. Anche la seconda Tappa di Selezione è aperta al pubblico con ingresso libero, e si svolgerà presso Teatro Brecht e Sala Fontemaggiore nelle giornate di lunedì 25 (ore 14.00-18.30; 21.00-22.15), martedì 26 (ore 9.30-13.15; 15.30-19.15) e mercoledì 27 marzo (ore 9.00-13.30). Alla 14a edizione del Premio Scenario si sono candidati poco meno di 200 progetti, valutati da 9 Commissioni distribuite nel territorio nazionale e formate da soci di Scenario.

 

I progetti selezionati per le due tappe semifinali sono 48 (di cui 16 potenziali candidati per il Premio Scenario per Ustica). La Tappa di Perugia e quella precedente di Milano (Teatro Verdi, Campo Teatrale 4, 5, 6 marzo) presentano 24 progetti ciascuna. L’Osservatorio critico impegnato nella selezione dei progetti è formato da soci dell’Associazione Scenario e da due membri esterni: Fabio Acca (studioso di arti performative) e Milena Magnani (scrittrice). I lavori presentati nelle due Tappe sotto forma di studi scenici della durata di venti minuti concorrono alla selezione dalla quale emergeranno i partecipanti alla Finale del Premio Scenario, che sarà ospitata a Santarcangelo e Longiano all’interno di Santarcangelo •13 Festival Internazionale del Teatro in Piazza, con la collaborazione del Teatro Petrella di Longiano (16/17/18 luglio 2013). I due progetti vincitori del Premio Scenario e del Premio Scenario per Ustica verranno ripresentati la sera del 18 luglio all’interno della programmazione del Festival. I progetti finalisti del Premio Scenario per Ustica saranno presentati successivamente a Bologna, presso il Giardino della Memoria di Ustica, nell’ambito delle manifestazioni promosse dall’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica. Il Premio Scenario e il Premio Scenario per Ustica partecipano alle medesime fasi di selezione e di valutazione.

 

I progetti concorrenti ai premi dedicati ai nuovi linguaggi per la ricerca e per l’impegno civile incontrano i medesimi Osservatori critici e le medesime Giurie, condividendo analoghe e paritetiche occasioni di confronto e di visibilità. Al termine della Finale la Giuria assegnerà un premio di 8.000 euro (corrisposto dall’Associazione Scenario) al miglior progetto destinato alla scena della ricerca (Premio Scenario 2013), un premio di 5.000 euro (corrisposto dall’Associazione Parenti delle Vittime della Strage di Ustica) al miglior progetto destinato alla scena dell’impegno civile (Premio Scenario per Ustica 2013) e due segnalazioni speciali di 1.000 euro (corrisposti dall’Associazione Scenario). Da sempre impegnata ad ascoltare la voce delle giovani generazioni e a coglierne i nuovi linguaggi, le nuove idee, i nuovi progetti e visioni di teatro, l’ Associazione Scenario, diretta da Cristina Valenti (Direttore Artistico) e Stefano Cipiciani (Presidente), promuove dal 1987 l’omonimo premio biennale, che ha contribuito a far emergere artisti che sono diventati o si stanno rivelando tra i più interessanti della scena italiana contemporanea. Per citare alcuni vincitori: Gigi Gherzi, Carlo Bruni (Area piccola), Mariano Dammacco (Japigia Teatro), Alma Rosè, Emma Dante, M’Arte Movimenti d’Arte, Teatro dell’Orsa, Berardi-Colella, Mario Gelardi e Giuseppe Miale di Mauro (decimopianeta), Antonio Calone, Babilonia Teatri, Marta Cuscunà, Codice Ivan, Matteo Latino, Carullo Minasi; e inoltre,

 

fra i finalisti e segnalati, Scena Verticale, Teatro dei Sassi, Erbamil, Teatro delle Ariette, Sergio Longobardi (Babbaluck), Paolo Mazzarelli, Teatro Minimo, Pietro Floridia (Le Saracinesche), Silvia Gallerano, Teatro Sotterraneo, Davide Enia, Habillé d’Eau, Sara Sole Notarbartolo, Barbara Apuzzo, Francesca Proia, Anagoor, Teatri Alchemici, Odemà, Pathosformel, foscarini:nardin:dagostin. Il Premio Scenario si rivolge a giovani sotto i 35 anni e seleziona progetti originali e inediti destinati alla scena. Le diverse fasi del premio, che si sviluppa nel corso di due anni attraverso il lavoro dei soci dell’Associazione Scenario e dei giurati esterni, si rivolgono a progetti scenici e non a lavori finiti, nell’intenzione di coglierne i possibili sviluppi e anche di scommettere sugli elementi di rischio, originalità, inventiva. Attualmente l’Associazione Scenario conta 32 strutture associate, ampiamente distribuite sul territorio nazionale e appartenenti all’ambito del teatro di innovazione, ovvero alle aree del “teatro ragazzi” e del “teatro di ricerca e sperimentazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*