Spello, 8 settembre concerto finale del Festival Federico Cesi 2013-Musica Urbis

festival(umbriajournal.com) SPELLO – Giunge al termine anche la VI edizione del Festival Federico Cesi 2013 – Musica Urbis. Il concerto finale si terrà domenica 8 settembre, alle ore 12.00, a Spello nella chiesa di Sant’Andrea. Verrà messa in scena una Sacra Rappresentazione il “Planctus Mariae” ispirata alla più famosa lauda di frà Jacopone da Todi in omaggio alla meravigliosa terra, l’Umbria, che ha ospitato la manifestazione. Interpreti saranno l’Umbria Cantat Chorus, l’Ensemble Strumentale Medievale di Bevagna e il coro Canto Ergo Sum, preparati e diretti da Annalisa Pellegrini, Mauro Presazzi e Filippo Salemmi, all’organo Angelo Bruzzese: un cammino emozionante attraverso la Musica Sacra a partire dall’VIII secolo fino a Vivaldi con l’esecuzione del Salmo 111 per soli, coro ed organo “Beatus Vir”.
Annalisa Pellegrini, Direttore Artistico, e Stefano Palamidessi, Direttore Didattico del Festival, ringraziando sentitamente le Istituzioni, le Amministrazioni e tutti i soggetti che hanno sostenuto la manifestazione, sono felici di presentare un bilancio molto positivo della Edizione 2013 del Federico Cesi ormai divenuto anche Musica Urbis: oltre 7000 sono stati gli spettatori che hanno partecipato ad oltre 40 eventi in programmazione nell’arco di un mese a partire dal 9 agosto fino all’8 settembre.
Appuntamenti che hanno registrato il sold out in diverse serate tra cui i concerti di punta come quello di Emma Kirkby & London Baroque, la Messa da Requiem di Giuseppe Verdi e l’opera “l’ Italiana in Algeri” di Gioachino Rossini. Oltre 300 gli artisti e 60 i docenti internazionali che hanno partecipato come il violinista russo Vadim Brodsky, Ula Ulijona prima viola dell’orchestra Rai di torino, il pianista francese Francois Joel Thiollier, Bruno Canino e Davide Formisano primo flauto dell’orchestra del Teatro alla Scala di Milano. Bevagna e Spello hanno visto un incremento di più di 2000 presenze sul territorio nel mese di agosto di cui oltre 1200 in residenza stabile tra cui molti allievi delle Masterclass di Alto Perfezionamento da sempre programmate in parallelo ai Main Concerts, con studenti provenienti da tutto il mondo che hanno ancor più potuto ammirare le bellezze del paesaggio e della cultura enogastronomica locale.
Il Festival Federico Cesi 2013 – Musica Urbis, oltre a rappresentare ormai un punto di riferimento a livello internazionale per la Musica Classica, ha movimentato oltre 300.000 euro di cui una buona parte è ricaduta nel territorio che lo ha ospitato: un esempio di eccellenza italiana e di cultura che fa economia. L’auspicio è che si possa ripetere anche il prossimo anno la meravigliosa esperienza della presente edizione e che il Festival diventi stabilmente espressione di un territorio ricco di storia, arte e tradizione come quello umbro.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*