Sebastiano Brusco e Christian Delafontaine al Festival di Musica Classica

Sebastiano Brusco
Sebastiano Brusco

Otto grandi serate nelle quali talenti musicali e del canto, provenienti da tutto il mondo, porteranno la loro arte al pubblico locale, sempre più numeroso e attento nel corso degli anni. La marchesa Marzia Zacchia Crispolti, ideatrice, direttrice artistica e vera “mecenate” del Festival di Musica Classica di Castiglione del Lago, ha chiamato grandi interpreti e giovani talenti locali da valorizzare per un cartellone di ottimo livello. Tutti i concerti sono gratuiti per la precisa volontà dell’Amministrazione comunale di far apprezzare, ad un pubblico vasto ed eterogeneo, la musica nelle sue espressioni più elevate.

Sabato 23 agosto secondo appuntamento con due musicisti di chiara fama internazionale: si tratta del pianista romano Sebastiano Brusco e del flautista svizzero Christian Delafontaine. Brusco e Delafontaine eseguiranno musiche di Johann Sebastian Bach (Sonata per flauto e pianoforte BWV 1031), di Franz Schubert (Lieder “Gute nacht”, Impromptus op 142 n° 2 e n° 4, Lieder “Das Fischermädchen” e Lieder “Ständchen”). Nella seconda parte del concerto eseguiranno “Romance” per flauto e piano di Camille Saint-Saëns, Chopin (Notturni op. 9 n° 1, n° 2, n° 3), Mendelssohn (“Romanze senza parole”, “Il gondoliere veneziano” e “La Primavera”), Giuseppe Verdi (“Dhe pietoso! Oh addolorata!”), ancora Chopin (Studio op. 25 n° 1, Polacca “Eroica”) e Christoph Willibald Gluck (“Scenes des Champs Elyses”).

«è un bellissimo festival – ha detto Ivana Bricca – che cresce ogni anno collocandosi ormai come uno dei più seguiti a livello regionale. L’apporto degli artisti è sempre di grande livello tecnico e di alto valore umano. A nome dell’amministrazione comunale e credo di tutti i cittadini castiglionesi voglio ringraziare una grande donna, raro esempio di mecenatismo moderno, mosso solo dall’amore per la sua terra d’origine: Marzia Zacchia Crispolti. Senza la sua passione per Castiglione e per la musica classica non esisterebbe questo festival».

Lo svizzero Christian Delafontaine è primo flautista dell’Orchestra da Camera di Lucerna, pianista e direttore d’orchestra. Ha partecipato a numerosi recital in Russia, negli Stati Uniti e in tutta Europa e la sua discografia include registrazioni di Bach, i quartetti di Mozart, opere per flauto e organo, e opere moderne di compositori russi. Ha frequentato corsi di perfezionamento con Alain Marion e William Bennett in Canada, e in tour negli Stati Uniti e in Europa come Primo Flauto dell’Orchestra Jeunesses Musicales sotto la direzione di Leonard Bernstein. E’ stato direttore artistico e direttore dell’Orchestra Città di Yverdon in Svizzera negli ultimi dieci anni. Ha insegnato al Conservatorio di Neuchatel e privatamente. Si esibisce con la Zurich Chamber Orchestra, la Camerata di Zurigo e Lucerna Festival Strings.

Christian Delafontaine
Christian Delafontaine

Sebastiano Brusco, cresciuto a Roma, scopre la passione per la musica giovanissimo. A 19 anni dopo una grave malattia, decide di dedicarle la sua vita, studiando con Valentino Di Bella, con il quale si diploma con il massimo dei voti e la lode. Ha seguito corsi di perfezionamento con pianisti quali Lya de Barberiis, D. de Rosa, K. Labeque, P. Cassard, J. Achucarro e con il Duo Moreno-Capelli. Grande importanza ha Ennio Pastorino, già allievo di Arturo Benedetti Michelangeli, con cui ha seguito un corso di 3 anni conseguendo il diploma di eccellenza presso l’Accademia Musicale Umbra, e lo studio con Aldo Ciccolini nei 3 anni di perfezionamento presso l’omonima accademia. Vincitore di concorsi nazionali e internazionali, come solista ha suonato con importanti orchestre italiane e straniere come I Solisti Veneti, l’Orchestra Verdi di Milano, l’Orchestra Nazionale di Stato della Transilvania, l’Orchestra di Tirana, l’Orchestra Sinfonica di Pesaro, l’Orchestra Sinfonica Abruzzese. In Italia suona come solista e in formazioni da camera in noti teatri e auditori mentre
all’estero ha tenuto numerosi sono concerti in Canada (Montreal Istituto Italiano di Cultura), negli USA (Washington IIC e NY University), negli Emirati Arabi e in Messico (Monterrey) dove il suo recital è stato trasmesso in TV via satellite. In Europa ha suonato in Spagna e a Parigi: a Zurigo, nella prestigiosa sede della Zürcher Kammerorchester, dove tiene regolarmente rècital e collabora con artisti svizzeri, in Romania, in Polonia (Varsavia, Museo Chopin) e in Germania.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*