“Scultura e fotografia”: Marchettini e Randelli espongono a Palazzo della Corgna

Mostra Scultura e Fotografia 8Castiglione del Lago – Inaugurata lo scorso sabato, nel piano nobile di Palazzo della Corgna di Castiglione del Lago, è in corso la mostra “Scultura e fotografia” dello scultore Luigi Marchettini e della fotografa Gianna Randelli che resterà visitabile tutti i giorni dalle 9:30 alle 19 fino al 14 giugno.

Mostra Scultura e Fotografia 1Luigi Marchettini, un castiglionese di 80 anni, residente a Prato, ma spesso presente e attivo nella sua casa di Pucciarelli è uno scultore autodidatta che da sempre lavora il legno, la pietra calcarea, il mattone e il marmo. Ha scritto di lui Franco Riccomini, storico giornalista ed esperto d’arte toscano recentemente scomparso: «Fin da ragazzo amava scolpire. Si avvicina alle sculture, vedendole inizialmente come occasione di svago. Negli anni comincia a documentarsi e si interessa a forme antiche che riportano alla storia passata. Dall’originale forma della pietra, o de legno o del cotto, decide il risultato della scultura. Ne nascono forme inaspettate che rivelano un proprio significato». Marchettini è profeta in patria: a Castiglione del Lago presenta un panorama di lavori, alcuni dei quali rimandano a visioni modiglianesche o africane, sempre con una contenuta creatività espressiva che va ad esemplificarsi negli sguardi, negli atteggiamenti quasi di sorpresa dei suoi personaggi che riflettono una serenità propria dell’artista. «Marchettini ci mette tutta la sua attenzione – scriveva Riccomini – per cui le opere si presentano anche nella loro autenticità ben levigate nei contorni dai quali “escono” i volti, i lineamenti e le posture del personaggio e le sue pulsioni emotive». Luigi Marchettini mette la propria arte a disposizione degli alunni delle scuole primarie con progetti che vogliono proporre un primo approccio al linguaggio della scultura e alla conoscenza dei materiali poveri utilizzati: rami, radici, parti di tronco, pietre e materiale di recupero e la sua esperienza è indispensabile per supportare l’attività didattica degli insegnanti nel delicato compito di avvicinare alla conoscenza tramite l’esperienza e il gioco.

Tutta toscana è invece Gianna Randelli, amica e collaboratrice di Marchettini: è nata e vive a Scandicci dove da 30 anni è socia del gruppo fotografico “Il Prisma”. Curiosa e attenta osservatrice delle cose semplici, cerca di cogliere nelle immagini la complessità del quotidiano. Gianna Randelli analizza forme e colori realizzando “trasgressioni” per penetrare nella bellezza astratta della forma, lasciando spazio alla fantasia e alla libera interpretazione. La mostra “Scultura e fotografia” ha il patrocinio del Comune di Castiglione del Lago.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*