Ron, concerto l’8 maggio a Perugia per i Lions

Venerdì 8 maggio, ore 21. Al palazzetto dello Sport di Perugia arriva Rosalino Cellamare, in arte Ron, uno dei cantautori storici della musica leggera italiana. Il concerto è organizzato dal Lions Club Perugia Concordia insieme a Croce Rossa Italiana per festeggiare i 150 anni della Croce Rossa nell’ambito del progetto “Umbria cuore d’Italia – Perugia città cardioprotetta”, finalizzato all’acquisto di defribrillatori da donare ad enti ed associazioni cittadine.

L’iniziativa dopo un concerto di Arbore e Danilo Rea al Teatro Morlacchi lo scorso dicembre, ha già raggiunto risultati concreti: 15 defibrillatori sono stati acquistati e consegnati dal presidente del Lions Club Perugia Concordia Francesco Tei ad altrettante associazioni perugine. Il progetto Lions, insieme alla Croce Rossa, gode del sostegno del Comune di Perugia, della Provincia di Perugia, della Regione dell’Umbria, dell’Università degli Studi, del Coni, della Fidal e della Federazione Italiana Gioco Calcio.

CANZONI E SOLIDARIETA’ Alla nobile causa si presta Ron, che di cuore se ne intende, come interprete e autore di canzoni che da quattro decenni fanno parte della storia della musica leggera italiana. Da Pa’ diglielo a Ma’ che cantò sedicenne nel Festival di Sanremo del 1970 insieme alla dirompente e poetica Il Gigante e la bambina scritta insieme a Lucio Dalla e Paola Pallottino, fino al singolo rimasto nell’immaginario collettivo: Una città per cantare, canzone già interpretata magistralmente da Jackson Browne. E poi altri successi da solista:Tutti quanti abbiamo un angelo, Non abbiam bisogno di parole e Vorrei incontrarti tra cent’anni con la quale nel ’96 vinse insieme all’esordiente Tosca la 46° edizione del Festival di Sanremo.

Ron ha firmato come autore altri brani indimenticabili. Tra i tanti, Piazza Grande e Attenti al lupo, portati al successo da Lucio Dalla. Ma anche Occhi di ragazza, storica canzone interpretata con Gianni Morandi e Sei volata via firmata a due mani con Jovanotti. Un artista poliedrico, protagonista degli arrangiamenti nel famoso tour di De Gregori e Lucio Dalla Banana Republic, produttore di Sono cose che capitano, primo album di Biagio Antonacci e coautore di altri successi in coppia con il cantautore romagnolo Samuele Bersani.

Una sua canzone, Joe Temerario, venne usata dal regista Mario Monicelli all’interno della colonna sonora del film Speriamo che sia femmina. Come attore, negli anni Settanta Ron ha interpretato pellicole d’autore come Lezioni private per la regia di Vittorio De Sisti, L’Agnese va a morire di Giuliano Montaldo e in In nome del papa re diretto da Luigi Magni.

Il cantautore è impegnato da tempo nella raccolta fondi per cause benefiche, in particolare quelle che riguardano la lotta alla sclerosi multipla.

L’8 maggio al palazzetto dello sport di Perugia il suo concerto è dedicato alla iniziativa Lions per dotare la città di defibrillatori, veri e propri strumenti “salva vita”. Le statistiche parlano: ogni anno in Europa circa 400.000 persone vengono colpite da arresto cardiaco. In Italia sono oltre 60 mila, soprattutto fra i giovani e gli sportivi.

Il Lions Club Perugia Concordia fa sapere che i defibrillatori verranno donati gratuitamente alle scuole e alle associazioni perugine che acquisteranno almeno 35 biglietti del concerto.

Il costo del biglietto è di 15 euro più la prevendita. Per prenotazioni ed informazioni, telefonare ai seguenti numeri: 347 263 7157 – 348 651 3015 – 345 582 8788.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*