Repubblica di Frigolandia: il laboratorio permanente di arte contemporanea di Giano dell’Umbria

Frigolandia_Corso_Linoleum(umbriajournal.com) GIANO DELL’UMBRIA – Litografia, xilografia, acquaforte: l’incisione – su diversi supporti – è da sempre una delle tecniche fondamentali della grafica. Dal 12 al 14 luglio, la Repubblica di Frigolandia – laboratorio permanente di confronto artistico e culturale alle porte del borgo medievale di Giano dell’Umbria – ospiterà il nuovo Corso di Incisione su linoleum, tenuto da Massimo Boccardini e Maila Navarra, rispettivamente disegnatore e art director di Frigidaire e de Il Nuovo Male. Voci fondamentali, da oltre 30 anni, del giornalismo e della satira italiana, le due riviste diretta da Vincenzo Sparagna rappresentano sin dalla fondazione uno spazio importante per disegnatori e fumettisti, in quel territorio che va dalla vignetta all’illustrazione artistica vera e propria. Uno sguardo rivolto al “contemporaneo” ribadito anche con il Corso di incisione su linoleum: gli allievi – per maggiori informazioni su iscrizioni si può scrivere a frigilandia@gmail.com o telefonare ai numeri 0742.90570, 334.2657183 – vedranno infatti pubblicati i propri lavori nelle prossime uscite di Frigidaire e de Il Nuovo Male.

Durante i 3 giorni di laboratorio, i corsisti avranno la possibilità di approfondire e perfezionare i vari aspetti di questa particolare tecnica artistica, dalla preparazione dei bozzetti all’incisione vera e propria su linoleum, fino alla colorazione digitale e stampa finale degli elaborati: un percorso formativo – sotto la supervisione dello stesso Sparagna – che gli allievi potranno seguire soggiornando a Frigolandia (il corso comprende, infatti, i materiali per l’incisione, vitto, alloggio e il Passaporto della Repubblica di Frigolandia – www.frigolandia.eu – il costo complessivo è di 190 euro).

Il ciclo di lezioni ed esercitazioni si concluderà, domenica 14 luglio, con lo speciale pranzo per la “Festa della Rivoluzione”, con cui si ricorda e celebra la presa della Bastiglia del 1789. Una giornata di festa e musica – rigorosamente aperta a tutti – occasione anche per visitare gli spazi e il “patrimonio” della Repubblica di Frigolandia, come l’archivio di riviste, la ricca biblioteca e il MAM (Museo dell’Arte Maivista), con le opere di tutti gli autori più importanti della storia di Frigidaire (da Andrea Pazienza a Filippo Scòzzari, passando per le storiche false locandine del Male).

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*