Primavera con buona affluenza nei musei

rocca flea(Uj.com3.0) GUALDO TADINO – Il ponte pasquale e quello compreso tra le festività del 25 aprile e del 1° maggio hanno fatto registrare una buona affluenza di visitatori presso i musei del Polo di Gualdo Tadino.  Molti coloro che sono arrivati a Gualdo Tadino dal nord Italia con la formula del turismo itinerante usufruendo dell’attrezzata area camper service in Piazza Federico II, ma anche diverse le famiglie e i piccoli gruppi  provenienti dall’Umbria, dalle vicine Marche e dalla Toscana soprattutto, che hanno scelto di dedicare una giornata alla scoperta delle bellezze storico-artistiche e naturalistiche della nostra città. In crescita anche il turismo didattico, numerose le scuole del centro Italia che scelgono i progetti proposti dal Museo dell’Emigrazione e le attività laboratoriali della Rocca Flea, tra i quali primeggiano “Lo scavo archeologico simulato” e “La tempera su tavola”. Di sicuro richiamo e di non secondaria importanza, la politica degli eventi: la Mostra diffusa dell’architetto romano Paola De Rosa che, con la sua “Via Crucis d’Invenzione” alla Rocca Flea e con le “Nature Morte” a Casa Cajani, visitabili entrambe fino al 26 maggio, ha suscitato curiosità e interesse da parte di appassionati d’arte e intenditori; molto apprezzata dai visitatori anche la tradizionale Festa del Pioppo di San Pellegrino, oramai ben radicata nelle storiche feste del maggio umbro e negli itinerari culturali. “Una bella stagione quella che si preannuncia per la città – dichiara l’Assessore alle Attività Culturali Simona Vitali – che vede al centro la promozione del nostro patrimonio e la valorizzazione turistica di un territorio ricco di storia, tradizioni, feste folkloriche che ben si integrano con una variegata proposta museale”.

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*